A novembre il giubileo della gente di strada

Il Papa e un fedele
Foto: FRATELLO
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il Giubileo è davvero per tutti e così anche la associazione FRATELLO che dalla Francia e da tutto il mondo is occupa degli ultimi, gli esclusi i senza tetto, ha organizzato un appuntamento giubilare dall’11 al 13 novembre 2016.

Migliaia di persone che hanno vissuto o che vivono in strada, verranno da tutta Europa per vivere il Giubileo della Misericordia, una settimana prima della chiusura dell’Anno Santo. Questo tempo di pellegrinaggio e di incontro con papa Francesco consentirà alle persone più fragili della nostra società, spesso in situazione di esclusione, di scoprire che il loro posto è nel cuore di Dio e al centro della Chiesa. 

L’evento si colloca nell’anno della diakonia della Chiesa di Francia. Oltre all’iniziativa giubilare e ai tempi di preghiera e di scoperta di Roma, i partecipanti saranno ricevuti in Vaticano da papa Francesco che proporrà loro una catechesi l’11 novembre, e parteciperanno alla messa presieduta per loro dal papa il 13 novembre. Tra questi due momenti importanti, il pellegrinaggio sarà anche l’occasione di incontrare grandi testimoni e di vivere momenti di condivisione, in particolare una grande veglia di preghiera presieduta dal cardinale Philippe Barbarin, arcivescovo di Lione.

Già nell’ottobre 2014, 150 persone della strada, provenienti dalla Francia, avevano vissuto con i loro accompagnatori un pellegrinaggio che si era concluso con un breve incontro con papa Francesco. Da lì è nata l’Associazione FRATELLO che organizza l’attuale evento. Le associazioni di tutta Europa che assistono le persone in grave situazione di precarietà e senza alloggio sono invitate ad unirsi a questo pellegrinaggio.

 

www.fratello2016.org Twitter : @Fratello2016

Ti potrebbe interessare