A Roma c'è il III Incontro Mondiale dei Missionari della Misericordia

Si svolge a Roma il III Incontro Mondiale dei Missionari della Misericordia, programmato originariamente per la primavera del 2020, viene ora realizzato grazie all’allentamento delle norme per il contenimento della pandemia da Covid-19 dal 23 al 25 aprile

Missionari della Misericordia
Foto: Vatican Media / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Si svolge a Roma il III Incontro Mondiale dei Missionari della Misericordia, programmato originariamente per la primavera del 2020, viene ora realizzato grazie all’allentamento delle norme per il contenimento della pandemia da Covid-19 dal 23 al 25 aprile.

Il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, Dicastero vaticano che "ha la competenza di gestire e animare le attività dei Missionari della Misericordia", ha realizzato questa iniziativa non appena è stato concretamente possibile e in pochi mesi hanno risposto positivamente all’invito circa 400 Missionari provenienti da tutto il mondo.

Ma cosa fanno esattamente i Missionari della Misericordia? I Missionari della Misericordia svolgono un importante servizio per la Chiesa, soprattutto come ministri del sacramento della Riconciliazione, anche in luoghi dove la presenza di cattolici è più contenuta percorrono molti chilometri per raggiungere le varie comunità.

Vengono dall'Argentina, Brasile, Colombia, Costa Rica, Venezuela, Libano, Filippine, India, Vietnam. Consistente anche la presenza dall’Africa: Nigeria, Mali, Malawi, Kenya, Costa d’Avorio, Ghana, Guinea e Camerun. "In particolare si registra la presenza di alcuni sacerdoti dall’Ucraina, per i quali si è ottenuto un visto particolare per lasciare il Paese. Questi sacerdoti provengono da regioni dell’Ucraina occidentale: dall’oblast di Chmel’nyc’kyj, dall’oblast di Černivci, dalla regione di Ternopil e da Hnizdychiv nell’oblast di Leopoli", riporta un comunicato ufficiale. Un gran numero di partecipanti viene dagli Stati Uniti e dall’Europa.

L’incontro, dopo un benvenuto da parte di Mons. Rino Fisichella, Presidente del Dicastero, prevede una mattinata di “laboratori”, nei quali i Missionari potranno incontrarsi tra di loro e condividere esperienze e prassi pastorali sviluppate durante la pandemia.

L’incontro culminerà prima con la partecipazione alla Concelebrazione Eucaristica per la Domenica della Divina Misericordia, presieduta dal Papa, il 24 aprile alle ore 10:00, nella Basilica di San Pietro, e poi con l’Udienza con Papa Francesco il giorno successivo. Tra i Relatori che offriranno delle riflessioni nei giorni durante l’Incontro: Il Card. Raniero Cantalamessa, Predicatore della Casa Pontificia e P. Damián Guillermo Astigueta, Professore Ordinario nella Facoltà di Diritto Canonico della Pontificia Università Gregoriana.

Su ACI Stampa nei prossimi giorni ci sarà il racconto di alcuni missionari della Misericordia, con il loro contributo capiremo come vivono questa missione, come procedono tra la vita e la misericordia.

Ti potrebbe interessare