Ad limina, i Vescovi della Romania incontrano Papa Francesco

Il Cardinale Lucian Muresan
Foto: http://www.bru.ro
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Dopo il Sinodo dei Vescovi riprendono le visite ad limina delle diverse conferenze episcopali. In questi giorni è il turno dei Vescovi della Romania, giunti a Roma per incontrare Papa Francesco. 

La Chiesa Cattolica romena si suddivide in quella che fa capo alla sede arcivescovile maggiore greco-cattolica, in quella latina ed in quella armeno-cattolica riunita in un ordinariato apostolico.

La Chiesa greco-cattolica è composta dalla Arcieparchia di Făgăraș e Alba Iulia e da altre 5 eparchie. Quella latina due Arcidiocesi - Bucarest e Alba Iulia - e 4 diocesi. Quella armeno-cattolica - come detto - è riunita in un ordinariato apostolico. 

Su una popolazione di circa 20 milioni di persone i cattolici in Romania sono circa 2 milioni. 

Il presidente della Conferenza Episcopale è l’attuale Arcivescovo di Bucarest Monsignor Ioan Robu, già presidente tra il 1994 e il 1998, tra il 2001 e il 2004  e tra il 2007 e il 2010. 

Tra i Vescovi romeni è annoverato anche un Cardinale: si tratta di Lucian Muresan, Arcivescovo maggiore di Făgăraș e Alba Iulia, che ha ricevuto la porpora da Papa Benedetto XVI nel concistoro del 18 febbraio 2012. 

Romania e Santa Sede hanno instaurato relazioni diplomatiche nel 1920. Sono state interrotte dal regime comunista dalla fine della Seconda Guerra Mondiale al 1990, quando sono state ricostituite. L’attuale Nunzio Apostolico è l’Arcivescovo spagnolo Miguel Maury Buendía. 

Insieme ai Vescovi della Romania vi è anche il Vescovo della diocesi di Chişinău, che rappresenta la Chiesa Cattolica della Moldavia. La diocesi è stata eretta nel 2001 per volontà di Giovanni Paolo II. I cattolici in Moldavia sono circa 20.000 su una popolazione complessiva di circa 3 milioni e 600.000 persone. 

Ti potrebbe interessare