Ad limina, i Vescovi della Svizzera da Papa Francesco

L’attuale Presidente della Conferenza Episcopale Svizzera è monsignor Felix Gmur, Vescovo di Basilea

Monsignor Felix Gmur, Presidente della Conferenza Episcopale Svizzera
Foto: Diocesi di Basilea
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

In questi giorni sono giunti a Roma i Vescovi della Conferenza Episcopale Svizzera per incontrare Papa Francesco in occasione della visita ad limina apostolorum.

La Svizzera su un totale di circa 8 milioni e mezzo di abitanti conta circa 3 milioni di cattolici.

Attualmente la struttura ecclesiastica del Paese elvetico conta 6 diocesi e due abbazie territoriali. Tutte le diocesi – non essendovi sedi metropolitane – sono immediatamente soggette alla Santa Sede.

L’attuale Presidente della Conferenza Episcopale Svizzera è monsignor Felix Gmur, in carica dal 2018, Vescovo di Basilea.

Da segnalare la presenza all’interno del Sacro Collegio di un porporato svizzero: è il Cardinale Kurt Koch, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani e Vescovo emerito di Basilea. Avendo 71 anni è un Cardinale elettore in un futuro conclave.

Le relazioni diplomatiche tra Santa Sede e Svizzera sono molto antiche e risalgono – ai tempi dello Stato Pontificio  - al XVI Secolo. L’attuale Nunzio Apostolico – in carica dal marzo scorso – è l’Arcivescovo tedesco Martin Krebs, che è anche Nunzio nel vicino Liechtenstein.

Nella lista dei Nunzi che si sono succeduti in Svizzera figurano tra gli altri Luigi Maglione, che diventerà Cardinale Segretario di Stato di Papa Pio XII, e Gustavo Testa, futuro Cardinale Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali.

Ti potrebbe interessare