Ad limina, i Vescovi di Angola e Sao Tomè incontrano Papa Francesco

Monsignor Filomeno do Nascimento Vieira Dias, Arcivescovo di Luanda
Foto: YouTube - Agencia Ecclesia
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

I Vescovi della Conferenza Episcopale di Angola e Sao Tomè sono giunti in Vaticano per incontrare il Papa in occasione della visita ad limina.

In Angola - che ha ricevuto per due volte la visita di un Papa, Giovanni Paolo II nel 1992 e Benedetto XVI nel 2009 - i cattolici sono oltre la metà della popolazione: 8 milioni su circa 15 complessivi.

La struttura della Chiesa angolana si articola in 5 arcidiocesi metropolitane e 14 diocesi suffraganee.

A Sao Tomè invece di conta solo la diocesi omonima, immediatamente soggetta alla Santa Sede. Nell’arcipelago i cattolici sono circa 110.000 su circa 150.000 abitanti.

Attualmente il Presidente della Conferenza Episcopale di Angola e Sao Tomè è Monsignor Filomeno do Nascimento Vieira Dias, Arcivescovo di Luanda. Tra i Vescovi di Angola figura anche un cardinale: si tratta di Alexandre do Nascimento, classe 1925, Arcivescovo emerito di Luanda, che ricevette la berretta rossa nel concistoro del 1983. E’ il primo - e finora unico - cardinale nella storia della Chiesa angolana.

Angola e Santa Sede hanno allacciato le relazioni diplomatiche nel 1975 ma solo nel 1997 la delegazione apostolica è stata elevata al rango di Nunziatura. Le relazioni diplomatiche tra Sao Tomè e Santa Sede risalgono invece al 1984.

Fino allo scorso 15 giugno Nunzio apostolico in entrambe le nazioni era l’Arcivescovo croato Petar Rajic, che il Papa ha trasferito in Lituania. Si attende ora la nomina del nuovo rappresentante pontificio.

Ti potrebbe interessare