Assemblea plenaria del Pontificio Consiglio per i laici.Un dicastero tra storia e avvenire

Papa Francesco incontra il Cardinal Stanislaw Rylko, presidente del Pontificio Consiglio per i Laici
Foto: Pontificio Consiglio per i laici
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Lo scorso 4 giugno, Papa Francesco, dando seguito a quanto già aveva annunciato nel corso del Sinodo dei Vescovi dell’ottobre 2015, ha approvato “ad experimentum” lo Statuto del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita.

Dal 16 al 18 giugno 2016 si terrà a Roma, presso il Pontificio Collegio Internazionale Maria Mater Ecclesiae la XXVIII Assemblea Plenaria del Pontificio Consiglio per i Laici dal titolo “Un dicastero per il laicato: tra storia e avvenire…”

Con l’entrata in vigore del nuovo Statuto a partire dal 1 settembre 2016 – come ha deciso il Papa - í due Pontifici Consigli finora esistenti, quello per i Laici e quello per la Famiglia, cesseranno dalle loro funzioni. Alla luce di tale imminente cambiamento, la prossima Plenaria sarà un momento altamente significativo per il Pontificio Consiglio per i Laici poiché chiuderà un lungo e proficuo cammino del Dicastero, nato per espressa volontà del Concilio Vaticano II, che è stato a servizio della vocazione e missione del laicato cattolico nel mondo intero negli ultimi cinquanta anni.

In questa Assemblea si cercherà, a partire dal prezioso Magistero del Concilio Vaticano II, di tracciare un bilancio della vita del laicato cattolico nella Chiesa e nel mondo, rivolgendo lo sguardo verso il futuro, prospettato dalla riforma della Curia Romana promossa dal Papa. L’Assemblea sarà, dunque, un’occasione per unire allo sguardo retrospettivo una riflessione sullo stato attuale della teologia del laicato e sull’impegno missionario dei laici nel mondo di fronte alle grandi sfide che li interpellano nel contesto sociale e culturale odierno.

All’Assemblea plenaria parteciperanno autorevoli esperti provenienti da diversi Paesi del mondo, oltre, naturalmente a tutti i membri e consultori del Dicastero.

L’Assemblea inizierà giovedì 16 giugno con la relazione introduttiva del Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici, Cardinal Stanislaw Rylko, dal titolo: “Da 50 anni in cammino con i fedeli laici”.

A seguire, Mons. Dominique Rey, vescovo di Fréjus-Toulon (Francia), terrà una conferenza su: “Vocazione e missione dei laici alla luce del Concilio Vaticano II”, incentrata sulle novità dell’insegnamento conciliare sul laicato, mentre nel pomeriggio, la Prof.ssa Pilar Río, docente della Pontificia Università della Santa Croce, terrà una conferenza complementare alla precedente, questa volta però rivolta all’oggi, su: “I laici cattolici a cinquant’anni dal Concilio Vaticano II”.

Il giorno seguente, venerdì 17 giugno, il prof. Fabrice Hadjadj, direttore dell’Istituto Europeo di Studi Antropologici di Friburgo (Svizzera), presenterà le sue riflessioni sul tema: “Essere luce del mondo e sale della terra. I laici di fronte alle sfide dei nostri tempi. Nella conferenza pomeridiana, al cardinale Robert Sarah, prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, è stato chiesto di esporre il tema: “La formazione dei fedeli laici: dall’iniziazione alla maturità cristiana”.

Sabato 18 giugno, ultimo giorno di lavori, vedrà la presenza di Mons. Marcello Semeraro, vescovo di Albano e segretario del gruppo di cardinali chiamati a consigliare il Papa nel processo di riforma della Curia, che, nella sua relazione intitolata: “Il Dicastero per i Laici alla soglia di una nuova tappa della sua storia” indicherà alcune linee programmatiche per il futuro sviluppo del Dicastero per i Laici. Durante l’Assemblea Plenaria, ampio spazio sarà dato al dibattito e alle testimonianze personali dei partecipanti sulla missione dei laici nel mondo e sulla loro esperienza di servizio alla Santa Sede in qualità di membri e consultori del Dicastero.

L’udienza con Papa Francesco è prevista nella mattina di Venerdì 17 giugno, parteciperanno tutti i membri e consultori del Pontificio Consiglio per i Laici convenuti a Roma per la Plenaria.

Ti potrebbe interessare