Benedetto XV: il conclave del 1914 e l'elezione a Romano Pontefice

Il Cardinale Giacomo Della Chiesa fu eletto Papa il 3 settembre 1914 al decimo scrutinio

L'incoronazione di Papa Benedetto XV
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il 31 agosto 1914 – con la Prima Guerra Mondiale che sta infuriando da un mese – 57 Cardinali su 65 aventi diritto entrano in conclave nella Cappella Sistina per eleggere il successore di Papa Pio X.

Non hanno fatto in tempo a raggiungere il Vaticano i Cardinali di Oltreoceano O’Connell, Begin e Gibbons mentre non partecipano per motivi di salute i Cardinali Dubilard, Prisco, Martinelli, Bauer e Vaszary.

L’idea principale dei Cardinali è proporre un candidato espressione di una nazione neutrale: l’Italia non è un Paese belligerante e 31 Cardinali sui 57 partecipanti sono italiani. La scelta di un Papa italiano sembra quindi scontata.

Quello del 1914 è poi il primo conclave che non prevede più il veto da parte di capi di Stato stranieri: ad abolirlo fu Pio X alla conclusione del conclave 1903 che lo vide eletto. Fu infatti il Cardinale Puzyna, Vescovo di Cracovia, a porlo nei confronti del Cardinale Rampolla del Tindaro da parte dell’Imperatore di Austria-Ungheria Francesco Giuseppe.

Fin dal primo scrutinio si verificò un testa a testa tra il Cardinale Arcivescovo di Pisa Pietro Maffi e il Cardinale Arcivescovo di Bologna Giacomo Della Chiesa. Le cose andarono avanti così anche negli scrutini del 1° settembre. Già dal giorno successivo – secondo quanto riportano i diari pubblicati post mortem del Cardinale austriaco Piffl – l’Arcivescovo di Bologna cominciò a superare sensibilmente prima il Cardinale Maffi e successivamente il Cardinale benedettino Domenico Serafini, che vantava un’esperienza diplomatica e curiale.

Il 3 settembre – alla decima votazione – il Cardinale Giacomo Della Chiesa veniva eletto Papa con 38 voti su 57. Da quel momento assunse il nome di Benedetto XV. Erano 170 anni che un Papa non sceglieva il nome di Benedetto: l’ultimo fu il Cardinale Prospero Lambertini, anch’egli all’epoca della sua elezione al pontificato Arcivescovo di Bologna.

L’annuncio della avvenuta elezione di Benedetto XV venne dato dal Cardinale Protodiacono Francesco Salesio Della Volpe. Come i suoi predecessori dalla presa di Roma – Leone XIII nel 1878 e Pio X nel 1903 – anche Benedetto XV subito dopo la sua elezione decise di affacciarsi dalla Loggia interna della Basilica di San Pietro in segno di protesta per quella che era ancora considerata l’occupazione di Roma da parte dello Stato Italiano.

Il 6 settembre 1914 nella Cappella Sistina venne celebrata la Messa di incoronazione di Papa Benedetto XV.  

Ti potrebbe interessare