Campo Santo Teutonico, ripresa l'analisi delle ossa (aggiornato)

Come annunciato il 13 luglio, è cominciata oggi l'analisi dei reperti ossei

Uno scorcio del Campo Santo Teutonico
Foto: Daniel Ibanez / ACI Group
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sono cominciati questa mattina gli accertamenti sugli ossari rinvenuti al Campo Santo Teutonico nell'ambito dell'apertura di due tombe ordinata dalla magistratura vaticana per seguire una pista investigativa legata alla scomparsa di Emanuela Orlandi. Non c'erano ossa della cittadina vaticana scomparsa 36 anni fa, ma si procede all'analisi delle ossa. Una prima analisi è terminata alle 15.30.

Si legge in una comunicazione della Sala Stampa della Santa Sede: "Alle ore 9.30 di stamani, sono riprese le operazioni al Campo Santo Teutonico nell’ambito delle incombenze istruttorie del caso Orlandi".

Prosegue la nota "Come indicato nel decreto del Promotore di Giustizia dello Stato della Città del Vaticano, il prof. Giovanni Arcudi, coadiuvato dal suo staff – alla presenza del perito di fiducia nominato dalla Famiglia Orlandi – ha iniziato l’analisi morfologica dei reperti ritrovati negli ossari, rappresentati da ossa, frammenti ossei o ossa frammentate anche di piccole dimensioni. L’analisi sarà effettuata secondo i protocolli riconosciuti a livello internazionale, in particolare identificando gli elementi, nella struttura ossea, utili a diagnosticare la datazione dei reperti".

La nota specifica che "al Campo Santo Teutonico stanno operando oggi, oltre al prof. Arcudi e al suo staff, il personale della Fabbrica di San Pietro e del COS, il Centro Operativo di Sicurezza della Gendarmeria Vaticana. Presenti il legale e il perito nominati dalla Famiglia Orlandi e l’ufficiale responsabile della Polizia Giudiziaria del Corpo della Gendarmeria Vaticana".

Una successiva nota della Sala Stampa della Santa Sede afferma che "alle ore 15.30 si sono concluse per la giornata di oggi le operazioni al Campo Santo Teutonico nell’ambito delle incombenze istruttorie del caso Orlandi. Il prof. Giovanni Arcudi coadiuvato dal suo staff – alla presenza del perito di fiducia nominato dalla Famiglia Orlandi –  ha svolto l’analisi morfologica di una parte dei reperti ritrovati negli ossari".

Conclude il comunicato: "L’analisi dei reperti, da parte del prof. Arcudi e del suo staff, proseguirà domani, domenica 28 luglio, alle ore 9.00".

 

(articolo aggiornato alle 16.43 con le ultime notizie)

 

Ti potrebbe interessare