Caritas Polska compie 30 anni; ha iniziato con tre persone

Una nuova fondazione dopo le origini del 1929

Caritas Polska
Foto: Caritas Polska
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Quest’anno Caritas Polska compie 30 anni. La Caritas, nata da tre persone che lavoravano all'ultimo piano della sede dell'Episcopato Polacco, adesso è la più grande organizzazione caritativa in Polonia, ed ha programmi di aiuto per circa 3 milioni di persone,grazie a oltre 100 mila volontari. 

 A Varsavia si sono svolte le celebrazioni per il trentesimo anniversario di questa organizzazione ecclesiale, del cui aiuto usufruiscono ogni anno centinaia di migliaia di persone bisognose, non solo in Polonia ma anche nel mondo.

 Le celebrazioni sono iniziate con la messa nella Cattedrale da campo dell'Esercito Polacco, presieduta dall’arcivescovo StanisławGądecki, Presidente della Conferenza Episcopale Polacca. In serata, durante la cerimonia, Stanisław Sojka anche la lettura del "Trittico Romano" di Giovanni Paolo II

 Dopo i cambiamenti politici, il 10 ottobre 1990, la KEP (Conferenza Episcopale Polacca) ha istituito una nuova Caritas Polska.

 "In pratica operiamo in molti campi - aiutiamo i poveri, i malati e i disabili, sosteniamo lo sviluppo di bambini e giovani, ma intraprendiamo anche interventi umanitari fuori dalla Polonia nei Paesi colpiti dagli effetti di guerre e calamità naturali", ha detto il direttore di Caritas Polska, Rev. Marcin Iżycki.

 "Non scegliamo chi aiutare. Nella Chiesa universale la misericordia è per tutti e diamo aiuto a tutti coloro che sono nel bisogno. La nostra forza è l'esperienza, la portata delle operazioni, ma anche la flessibilità e la disponibilità a rispondere alle crisi emergenti - ha affermato il Rev. Iżycki.

 Il programma più famoso e più antico, continuato fino ad oggi, è l'Opera di Aiuto ai Bambini della Vigilia di Natale, associato alle candele della Caritas, iniziato nel 1994. I fondi raccolti in questo modo vanno ad aiutare i bambini - le vacanze e le loro necessità di base - ha detto Jarosław Bittel, vicedirettore di Caritas Polska e uno dei suoi primi dipendenti. 

 Oltre alle candele accese durante la vigilia di Natale, la Caritas conduce il programma di borse di studio per i giovani "Ali". Inoltre predispone "Una cartella piena di sorrisi" progetto che dal 2009 ha donato ai bambini oltre 170 mila pezzi di materiale scolastico.

 La Caritas Polska collabora con le Caritas diocesane. Nell'ambito del Programma Operativo per l'Aiuto Alimentare, la Caritas ha donato 14.000 tonnellate di cibo per circa 280 mila persone bisognose. In connessione con l'epidemia di coronavirus e la difficile situazione delle persone anziane, è stata anche promossauna campagna a favore degli anziani dove, oltre al cibo, vengono forniti dispositivi di protezione individuale necessari in questomomento di pandemia. Con riferimento agli anziani, esistono pure programmi di aiuto come la "Carta per la spesa quotidiana", "Realizziamo i nostri sogni" o il concorso "Senior Caritas".

 All'estero, la Caritas Polska è preparata ad aiutare le vittime di guerre, della fame o di disastri con interventi istantanei di aiuto. Ad esempio, dopo l'esplosione di agosto nel porto di Beirut, sono stati raccolti in breve tempo quasi 5 milioni di zloty per le vittime dell'esplosione. Sono stati inviati in Libano cibo e prodotti per l'igiene, mentre il denaro viene utilizzato per ricostruire le case o coprire il costo dell'affitto di appartamenti per coloro che hanno perso la casa, come pure per l'assistenza medica e psicologica.

 La Caritas ricorda che i suoi recenti 30 anni di storia sono solo un elemento del lavoro della Caritas - ma che l'inizio è nel periodo tra le due guerre. Il primo Istituto Caritas fu fondato a Poznań nel 1929. Durante l'occupazione tedesca, la chiesa ha aiutato segretamente o attraverso l'opera del Rada Główna Opiekuńczy(Consiglio Superiore di Protezione ndt), un ente di beneficenza polacco riconosciuto dalle autorità di occupazione.

 Dopo la guerra, i comunisti hanno subordinato la Caritas allo Stato e ne hanno assunto le strutture, pertanto la Chiesa ha fornito assistenza in modo informale, di solito a livello parrocchiale. Negli anni '80, l'Episcopato ha ribattezzato la sua Commissione per la Pastorale della Misericordia in Commissione Caritativa dell'Episcopato Polacco. È stata lei a occuparsi, tra l'altro, della distribuzione degli aiuti stranieri che fluivano nel paese durante la legge marziale.

 La Caritas è la più grande organizzazione di beneficenza in Polonia, composta da Caritas Polska e da 44 Caritas diocesane. Nel 2019, la spesa per opere di beneficenza ha superato i 100 milioni di złoty. L'Organizzazione polacca è parte della rete Caritas Internationalis e Caritas Europa.

Ti potrebbe interessare