Circoli minori, i francesi puntano sulla famiglia i germanici sull'antropologia

I padri sinodali, i giovani, i media
Foto: Vatican media / Aci Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Guardare i giovani con lo sguardo di Cristo. E’ un po’ questo il senso della prima parte più sociologica dello strumento di lavoro del Sinodo. Lo dicono i Circoli minori di lingua francese nelle loro relazioni. “ Ci hanno detto: noi siamo la Chiesa!”.

Uno dei temi centrali è quello della famiglia, come unione stabile di un’uomo e una donna aperta alla vita. E sarà indispensabile fare proposte che valorizzino l’ideale familiare mostrando che la vita delle coppie e delle famiglie come la propone la Chiesa è possibile.

“ Le famiglie che restano fedeli alla loro missione sono quelle che pazientemente imparano ad accogliere” insomma che testimoniano l’amore e si impegnano per il rispetto della dignità umana. “ E’ per questo che i giovani - si legge nella relazione del circolo a di lingua francese- in grande maggioranza sono attaccati ai valori familiari”.

Ovviamente molto sentito il tema delle migrazioni, del dialogo interreligioso e il desiderio di autentiche comunità cristiane. “ I giovani sono entusiasti dei tempi forti ecclesiali durante i quali sono uniti dalla stessa fede”.

Le mutazioni sociologiche del resto incidono sulla pratica religiosa e molti giovani non si interessano più della questione religiosa.

Per il Circolo francese B le strade da seguire iniziano dal ridefinire le missione della Chiesa nel mondo di oggi, formare dei pastori veri testimoni di Cristo e del Vangelo, educare i giovani alla fede e alla vita cristiana, affrontare le questioni migratorie, della sessualità con misericordia e i temi familiari e della realtà digitale.

Il Circolo C ha messo in luce la necessità di vedere le differenze culturali e sociali, che ovviamente richiedono diversi modi di agire.

Un suggerimento è quello di mettere in relazione i diversi gruppi e movimenti, comunità di diverse origini e tradizione.

E sul tema della sessualità è bene mettere in evidenza la parte positiva e bella che fa prte del progetto di Dio.

Sei i punti su cui concentrarsi: la trasmissione della fede, il rapporto con i cambiamenti culturali, le migrazioni, la affettività e la sessualità, la vita delle comunità ecclesiali, e il mondo digitale.

Il tema digitale è importante anche per il mondo germanico che afferma come nello Strumento di lavoro la sezione a questo riguardo sia troppo limitata.

Il Circolo germanico ha messo in luce che l’ascolto non è solo pedagogia ma è teologia e che molti sono i fattori che allontanano i giovani dalla fede e dalla Chiesa.

I germanici chiedono più attenzione alla questione delle pressioni sociali che i giovani devono subire, anche la pressione che sorge quando un adolescente si dichiara cattolico.

Ma l’allontanamento dalla fede avrebbe alcune cause specifiche: l'apparente incompatibilità tra una moderna visione scientifica del mondo e la fede; le questioni che sono direttamente o indirettamente legate alla sessualità; l'apparente collegamento tra la religione da un lato, e la violenza d'altro.

Altro tema è la sfida della identità ma anche l'anelito di spiritualità e richiedono una più ampia analisi antropologica.

Ma i giovani vedono comunque in modo positiva l'affidabilità in un mondo che cambia della obiettività nei sacramenti e nel giudizio di fede.

Ti potrebbe interessare