Coronavirus, i Vescovi italiani pregano nei cimiteri

La CEI: Venerdì della misericordia della Chiesa Italiana

Il Cardinale Zuppi a San Girolamo della Certosa
Foto: Arcidiocesi di Bologna
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Oggi, venerdì 27 marzo, tutti i Vescovi italiani che ne hanno la possibilità si recano in un cimitero della loro diocesi  per un momento di raccoglimento, veglia di preghiera e benedizione. Lo ha annunciato una nota della Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana.

“L’intenzione – spiega la CEI - è quella di affidare alla misericordia del Padre tutti i defunti di questa pandemia, nonché di esprimere anche in questo modo la vicinanza della Chiesa a quanti sono nel pianto e nel dolore. Sarà questo “il Venerdì della Misericordia” della Chiesa italiana; un Venerdì di Quaresima, nel quale lo sguardo al Crocifisso invoca la speranza consolante della Risurrezione”.

Per la Diocesi di Roma è Monsignor Guerino Di Tora, Vescovo ausiliare del settore Nord, a recarsi nel cimitero monumentale del Verano.

L’Arcivescovo di Torino Monsignor Cesare Nosiglia si reca nel cimitero del capoluogo piemontese e in quello di Susa, città di cui è Amministratore Apostolico.

Ad Agrigento il Cardinale Arcivescovo Francesco Montenegro visita il al cimitero di Bonamorone.

Il Cardinale Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna, ha celebrato la Messa in suffragio dei defunti nella Chiesa di San Girolamo della Certosa, visitando l’attiguo cimitero.

A Napoli il Cardinale Arcivescovo Crescenzio Sepe ha pregato presso il  cimitero di Poggioreale.

L'Arcivescovo di Bari Monsignor Francesco Cacucci ha celebrato la Messa presso il cimitero monumentale della città pugliese. 

Nel pomeriggio il Vescovo di Bergamo Monsignor Francesco Beschi si recherà nel cimitero cittadino: Bergamo è il centro italiano più colpito dal coronavirus. 

A Perugia il Cardinale Arcivescovo Gualtiero Bassetti, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, si è recato al cimitero monumentale  per pregare per tutte le vittime della pandemia. 

L’Arcivescovo Bruno Forte ha raggiunto il Cimitero di Chieti e ha recitato a nome di tutta la Chiesa diocesana una orazione per i defunti a causa del coronavirus, pregando anche per gli ammalati, i medici e gli operatori sanitari.

Il Vescovo di Prato Monsignor Giovanni Nerbini si è raccolto in preghiera nel Cimitero della Misericordia benedicendo le tombe dei defunti. 

A Genova il Cardinale Arcivescovo Angelo Bagnasco si è recato al Cimitero Monumentale di Staglieno e ha sostato da solo in raccoglimento e preghiera.

Monsignor Mario Delpini, Arcivescovo di Milano, ha visitato il Cimitero Maggiore per poi raggiungere quelli di Lambiate e di Greco.

Il Patriarca di Venezia Francesco Moraglia stamane ha raggiunto il cimitero di San Michele in Isola.

A Frosinone il Vescovo Monsignor Ambrogio Spreafico si è recato a pregare presso il Cimitero cittadino in località Colle Cottorino.

 

Articolo aggiornato alle ore 15:00 del 27-03-2020

Ti potrebbe interessare