Coronavirus, il 30 novembre il Primate ortodosso di Grecia dimesso dall'ospedale

Ieronymos II ha 82 anni ed era stato ricoverato il 19 novembre

Il rientro in Arcivescovado di Ieronymos II
Foto: http://iaath.gr/
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L’Arcivescovo ortodosso di Atene e di tutta la Grecia, Ieronymos II, è stato dimesso il 30 novembre scorso dall’ospedale Evangeslismos dove era stato ricoverato il 19 novembre scorso dopo essere stato infettato dal coronavirus.

Al termine del ricovero, Ieronymos – 82 anni e Primate della Chiesa ortodossa greca dal 2008 – ha voluto ringraziare tutto il personale medico che in Grecia si sta prendendo cura dei malati colpiti dal virus.

Stiamo lottando contro “questo pericoloso e insidioso nemico. Un nemico che supereremo con l'aiuto di Dio e della scienza”, ha detto l’Arcivescovo.

“Voglio che tutti sappiano – ha aggiunto - che prego per tutti in ogni momento, per tutti senza eccezioni, perché, al di là di ciò che ognuno di noi è e in ciò in cui crede e se crede, siamo tutti umani, forti e deboli allo stesso tempo, ma tutti creature del Signore. I nostri medici e infermieri e tutto il personale dei nostri ospedali si sacrificano per proteggere la salute e salvare la vita di tutti noi, nessuna parola può sottolineare abbastanza la nostra gratitudine per quello che fanno per noi, che è oltre i limiti umani”.

“Chiedo ancora una volta di cuore a tutti voi – ha concluso Ieronymos - rispettate le regole e le misure delle autorità sanitarie. Proteggete, con il vostro comportamento, la salute e la vita vostra, dei vostri cari e di tutti i nostri simili. Uniti come popolo, Dio non ci abbandonerà mai”.

Ti potrebbe interessare