Coronavirus, il rosario e la preghiera online per continuare a sperare

Sono tante in queste ore le iniziative rivolte ai fedeli di tutta Italia per non smettere di pregare

Il Papa a Fatima
Foto: Daniel Ibanez / ACI group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il coronavirus non può e non deve fermare la preghiera. Sono tante in queste ore le iniziative rivolte ai fedeli di tutta la penisola italiana per non smettere di pregare e invocare costatemente la protezione di Dio e l'intercessione della Madonna.

Dopo la sospensione delle Messe in tutta Italia fino al 3 aprile e l'appello di Papa Francesco ai sacerdoti di andare, confortare e portare l'Eucarestia agli ammalati, si attivano varie e belle iniziative sulla rete. Con le restrizioni anti coronavirus Suor Carla Venditti avvia la recita su Facebook del Santo Rosario per invocare l'aiuto della Madonna nel momento difficile. Centinaia di like, commenti favorevoli e nuovo appunti di preghiera online premessi dalla religiosa.

Dopo il successo della diretta dello scorso sabato, Suor Carla Venditti ha fatto sapere ai suoi amici e follower che ci saranno presto prossimi incontri di preghiera online, un' importante opportunità nel momento attuale per invocare l'aiuto divino nella fede condivisa. Suor Carla è nota anche come "la suora antiracket" per la sua missione di strappare le ragazze dalle strade della Capitale e dell'Abruzzo.

Anche la comunità di Sant'Egidio si è attivata: “Fin da quando è iniziato, più di venti anni fa, il sito di Sant’Egidio ha voluto essere una sorta di cattedrale virtuale, dove ci si potesse ritrovare per pregare, anche se fisicamente lontani”. Lo ricorda la Comunità di Sant’Egidio sottolineando che “oggi le limitazioni causate in alcune zone dall’epidemia di coronavirus ci rendono più prezioso e utile poterci unire nella preghiera con la Comunità”. Per questo, “ogni sera, dal lunedì al venerdì, alle ore 20,30 il sito si collega in live streaming con la basilica di Santa Maria in Trastevere”, a Roma, “per la preghiera serale e il sabato alle 20 per la liturgia eucaristica”. Per chi non riuscisse a collegarsi in diretta, le preghiere sono disponibili anche in podcast. È anche possibile utilizzare una app gratuita scaricabile dagli store sia di Ios che di Android.

Anche domani, 11 marzo alle 19, il Cardinale De Donatis presiederà una Messa al Santuario del Divino Amore che sarà trasmessa anche su Telepace (canale 73 e canale 515 di Sky) e in streaming sulla pagina Facebook della diocesi di Roma. Prima dell’inizio della celebrazione dell’11 marzo, sempre su Tv2000 e sulla pagina Facebook della diocesi di Roma, verrà diffuso un video messaggio in cui Papa Francesco rivolge la sua preghiera alla Vergine: il Pontefice affida così la città, l’Italia e il mondo alla protezione della Madre di Dio, segno di preghiera e di speranza.

Nei giorni del Coronavirus c’è anche una Iniziativa particolare di preghiera in Toscana. Al santuario di Montenero partirà una catena ininterrotta di preghiera alla Madonna. Sarà una preghiera che ognuno farà da casa, personalmente, ma sarà garantita la copertura di tutti gli orari. Di notte lo faranno monaci e suore del santuario. Lo rende noto il vescovo di Livorno sul giornale online della diocesi. Ci si potrà iscrivere alla preghiera comune sulla pagina facebook della parrocchia virtuale o mandando una email al: scrivialvescovo@tiscali.it. “La Madonna di Montenero – dice il vescovo Simone Giusti – ci ha salvato in tante occasioni nella storia, chiediamo a lei di continuare a farlo anche in questa epidemia”.

La preghiera quaresimale dei giovani di Concordia-Pordenone viaggia anche su Telegram. Sull’onda delle ordinanze per la situazione sanitaria, che hanno sospeso le celebrazioni liturgiche, questo social si sta rivelando, pur nella sua discrezione, un efficace strumento per "farsi vicini" ai giovani lungo il cammino verso la Pasqua e un modo easy per accompagnare questo tempo liturgico forte.

Poi c'è l'iniziativa "God morning" l’iniziativa social per la Quaresima del Servizio per la Pastorale giovanile di Pompei.  "Vangelo, digiuno, Rosario, riflessione dal Santuario", questo il suo nome completo. Un pensiero al giorno che raggiungerà centinaia di migliaia di persone. Soprattutto i giovani, attraverso Telegram, Instagram, Facebook e Twitter.

Per il Cardinale Giuseppe Petrocchi dell’Arcidiocesi dell'L’Aquila, occorre una "mobilitazione della preghiera" (specie nelle famiglie), per chiedere a Dio di "liberare il mondo e la nostra gente da questo flagello".

Recentemente abbiamo consacrato la nostra Comunità ecclesiale e civile alla Madonna e vissuto due Anni dedicati alla spiritualità mariana. Per questo, siamo certi che proprio “la” corona-del-rosario costituisca una formidabile risorsa per contrastare “il” corona-virus".

A partire da domani, mercoledì 11 marzo 2020, alle ore 12.00, e per tutta la settimana, eccezion fatta per la domenica, il Vicario Generale di Sua Santità per la Città del Vaticano, il Cardinale Angelo Comastri guiderà la recita dell’Angelus, seguita dalle Litanie Lauretane e dal Salve Regina.  Sarà possibile unirsi alla preghiera mariana in diretta streaming su Vatican News.

articolo aggiornato alle ore 18.50

 

 

Ti potrebbe interessare