Coronavirus, la Colletta di Terra Santa fissata al 13 settembre

La proposta è stata approvata da Papa Francesco

Una veduta della città vecchia di Gerusalemme
Foto: Marianne Medlin CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La Colletta di Terra Santa quest’anno si svolgerà il 13 settembre, in prossimità della Festa dell’Esaltazione della Santa Croce. La decisione è stata approvata dal Papa. Ne dà comunicazione la Congregazione per le Chiese Orientali. Solitamente la Colletta ha luogo il Venerdì Santo. 

Attraverso una nota si ricorda che la pandemia di coronavirus “coinvolge molte Nazioni e in molte di esse sono in atto delle misure di prevenzione che impediscono la normale celebrazione comunitaria dei Riti della Settimana Santa. Le comunità cristiane in Terra Santa, pure esposte al rischio del contagio e che vivono in contesti spesso già molto provati, beneficiano ogni anno della generosa solidarietà dei fedeli di tutto il mondo, per poter continuare la loro presenza evangelica, oltre che mantenere le scuole e le strutture assistenziali aperte a tutti i cittadini per l’educazione umana, la pacifica convivenza, e la cura soprattutto dei più piccoli e dei più poveri”.

Da qui la decisione del Papa di fissare la Colletta il 13 settembre prossimo, il giorno che precede la Festa dell’Esaltazione della Santa Croce, una celebrazione che – si legge ancora nel comunicato “ricorda il ritrovamento della Reliquia della Croce da parte di Sant’Elena e di fatto l’inizio del culto pubblico a Gerusalemme con la costruzione  della Basilica del Santo Sepolcro, sarà un segno di speranza e di salvezza ritrovata dopo la Passione a cui molti popoli sono ora associati, oltre che di solidale vicinanza a chi continua a vivere il Vangelo di Gesù nella Terra ove tutto ebbe inizio”.

Ti potrebbe interessare