Coronavirus, “Ogni anziano è tuo nonno”. La campagna del Dicastero Laici, Famiglia e Vita

Dopo le parole di Papa Francesco all’Angelus, una campagna del Dicastero Laici Famiglia e Vita per invitare i giovani a stare vicino agli anziani soli

La locandina della campagna "Ogni anziano è tuo nonno"
Foto: Dicastero Laici, Famiglia e Vita
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Un “atto di tenerezza” per stare vicino agli anziani che si sentono soli: è questo che vuole suscitare il Dicastero Laici, Famiglia e Vita, che ha lanciato la campagna “Ogni anziano è tuo nonno”. Perché – spiega il dicastero in un comunicato – è “possibile vincere l’isolamento degli anziani anche rispettando con rigore le norme sanitarie in materia di Covid-19”.

Il Dicastero racconta che “molte Conferenze Episcopali, associazioni e singoli fedeli con ‘la fantasia dell’amore’ hanno trovato il modo per far giungere agli anziani soli la vicinanza della comunità ecclesiale”.

Lo dimostrano le tante iniziative messe in campo. Il primo invito del dicastero “è quello di raggiungere virtualmente gli anziani più soli del proprio quartiere o della propria parrocchia e inviare loro un abbraccio, così come ha chiesto il Papa, attraverso una telefonata, una videochiamata o un’immagine”. Se possibile, meglio ancora andare personalmente andare ad abbracciare gli anziani.

Segnata con l’hashtag #sendyourhug (invia il tuo abbraccio), la campagna punta a realizzare il sogno di Papa Francesco di un “mondo che viva un nuovo abbraccio tra giovani e anziani”,

Durante l’Angelus del 26 luglio, Papa Francesco aveva detto: “Nella memoria dei santi Gioacchino e Anna, i “nonni” di Gesù, vorrei invitare i giovani a compiere un gesto di tenerezza verso gli anziani, soprattutto i più soli, nelle case e nelle residenze, quelli che da tanti mesi non vedono i loro cari. Cari giovani, ciascuno di questi anziani è vostro nonno! Non lasciateli soli!”

Ti potrebbe interessare