Coronavirus. Riaperte Basiliche e tomba San Francesco Assisi

Riaperte Basiliche e tomba San Francesco Assisi. Adesivi su panche per distanze e mascherine per chi sprovvisto

La Basilica di Assisi sanificata
Foto: Andrea Cova
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Non più "sorella rete", finalmente si può ricominciare ad incontrarsi e a celebrare la Messa non solo virtualmente. E così, dopo due mesi di lockdown a causa del coronavirus, sono state riaperte ai fedeli le Basiliche e la Tomba di San Francesco d'Assisi. 

Una prima messa è stata celebrata proprio la mattina del 18 maggio - la famosa data della ripresa delle celebrazioni con il popolo - dai frati del Sacro Convento.

"Le chiese aperte in questo periodo sono state un segno di speranza e fiducia. Abbiamo sanificato il complesso monumentale così come speriamo di sanificare il cuore da piccoli e grandi egoismi" ha detto in un comunicato stampa ufficiale il direttore della Sala Stampa del Sacro Convento, padre Enzo Fortunato.

Come previsto dalle norme CEI e governo Italiano, nelle Basiliche, sanificate nei giorni scorsi, viene fatto rispettare il distanziamento tra i fedeli e sulle panche sono stati messi appositi adesivi. Agli ingressi gel disinfettanti e mascherine per chi ne fosse sprovvisto.

Ti potrebbe interessare