Cortile dei Gentili: la prima mostra fotografica realizzata da bimbi africani

Un bimbo della mostra
Foto: Cortile dei Gentili
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Scatti liberi: l’Africa negli occhi dei bambini”. Si chiama così la mostra fotografica che domani aprirà i battenti a Roma, all’Auditorium Parco della Musica. Realizzata dal “Cortile dei Gentili” del Pontificio Consiglio della cultura, in collaborazione con Amref Health Africa – Italia e Fondazione Pianoterra, si tratta della prima mostra fotografica realizzata interamente da bambini africani.

Il progetto è stato concepito all’inizio del 2018 dal Cortile dei Gentile” e voluto e sostenuto dal Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura. Tutti gli scatti saranno acquistabili e il ricavato sarà interamente utilizzato per sostenere e ampliare i laboratori fotografici già attivati in Mali e Kenya.

La scorsa primavera nove ragazzi keniani e dieci maliani, tra gli 8 e i 16 anni, sono stati inseriti in un corso propedeutico di fotografia e poi inviati come reporter a immortalare scene di vita quotidiana. A guidare i ragazzi in questo percorso di formazione professionale e personale, due fotografi professionisti: Mohamed Keita, 25enne ivoriano migrato in Italia a causa della guerra civile, e Marco Pieroni,noto fotografo italiano da decenni impegnato sul fronte dei reportage in Paesi dell’Africa sub-sahariana. Da questo incontro – tra Mohamed e Marco, tra l’Italia e Africa – è nata una straordinaria collaborazione multiculturale, basata sull’ascolto reciproco e sulla condivisone, non solo professionale ma soprattutto umana.

Scatti liberi nasce dalla convinzione che la cultura e l’arte possano giocare ruoli fondamentali per far emergere aspetti sottaciuti e aiutare la comprensione dei fenomeni di mobilità umana, oltre che la conoscenza di popoli e Paesi solo apparentemente distanti da noi”, come riporta il sito del Cortile dei Gentili.

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare