Da Greccio a Rieti per scoprire la “Valle del primo Presepe”

Il Presepe di San Francesco a Greccio
Foto: www.chiesadirieti.it
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Da Greccio a Rieti nasce un percorso tra i luoghi, l’arte e la cultura per scoprire la Valle del primo Presepe. Perché fu proprio nel centro d’Italia che, nel 1223, San Francesco realizzò la prima natività vivente della storia del cristianesimo. L’obiettivo è dunque quello di dare vita ad un’azione coordinata tra la Diocesi di Rieti e il Comune di Greccio per valorizzare spiritualmente, culturalmente ed anche economicamente la terra che ospitò la prima natività vivente della storia della cristianità.

Proprio da questa territorio speciale, in cui la natura appare intatta, prende avvio un progetto permanente denominato “La Valle del primo Presepe”, presentato ieri presso la Radio Vaticana da Monsignor Domenico Pompili, Vescovo di Rieti e da Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio.

Da secoli siamo abituati a contemplare il Presepe nelle nostre case e nelle chiese. Per molti di noi è un segno legato ai ricordi caldi e intimi dell’infanzia. Ci lascia intuire qualcosa di grande, che si riscontra solo nel Cristianesimo: l’incarnazione del Figlio di Dio. Ora, grazie a questo progetto, possiamo ritrovarlo nel suo messaggio iniziale, non “addomesticato”, in una terra bellissima, come la Valle reatina.

A tal proposito commenta Monsignor Pompili, intervenuto alla conferenza stampa di presentazione: “Avevamo iniziato a pensare a questo progetto nel 2016, ma il terribile sisma che ha colpito le zone vicine ci ha costretti a sospenderlo fino al momento dell’inaugurazione del restauro del presepe di Greccio. Adesso, ripartire da questi luoghi significa gettare una luce positiva su tutto il resto del territorio”. E per farlo si è scelto di puntare sulla “conoscenza del contesto storico e artistico”. Il progetto vuole inoltre “liberare la visione di san Francesco da alcuni cliché” e tornare al messaggio iniziale del poverello di Assisi.

Grazie al web prende avvio la realizzazione del primo archivio documentale mondiale del presepe, un hub virtuale di raccolta dati che sarà consultabile e che permetterà l’approfondimento sul tema e l’aggiornamento in real time di ogni tipo di informazione. Trattandosi di presepe, il periodo natalizio sarà teatro di un programma articolato: un percorso espositivo tra Greccio e Rieti di presepi di ogni tipologia e provenienza, un contest internazionale di arte presepiale, un contest di pittura per ragazzi e molto altro.

“La ricostruzione non è solo di edifici, ma anche economica, sociale, culturale e di prospettive di vita. Vogliamo promuovere il territorio valorizzando con questo progetto una spiritualità fortissima -  commenta il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti alla presentazione del progetto - il pellegrinaggio spinge inoltre alla costruzione di comunità, ad approfondire spiritualità e bellezza di quel territorio.

Per maggiori informazioni consultare il sito http://www.valledelprimopresepe.it/

 

Ti potrebbe interessare