Da oggi Green pass anche per i Musei Vaticani

La certificazione europea o altra equivalente dovrà essere accompagnata anche da un documento di identità

Musei Vaticani
Foto: Daniel Ibanez/ EWTN
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Da oggi in Italia per accedere in molti luoghi pubblici è necessaria la Certificazione Verde, o Green pass che attesta la vaccinazione, la guarigione o un tampone negativo al covid-19.

Il Vaticano segue in questo la norma italiana e cambiano le norme per le visite ai Musei e ai Giardini Vaticani. 

Oltre quindi a prenotare il biglietto il visitatore dovrà esibire il Green pass o una certificazione equivalente.

 Il personale preposto ai controlli potrà richiedere, oltre all'esibizione del certificato in formato digitale o cartaceo, quella del documento di identità della persona al fine di verificarne l'effettiva titolarità.

La regola si adegua anche alle prenotazioni effettuate in precedenza, per cui - fa sapere la Direzione dei Musei Vaticani - i titolari sono comunque tenuti a presentarsi all'ingresso in possesso di regolare certificazione. Per qualunque difficoltà o richiesta l'indicazione è a rivolgersi all'Ufficio Servizi e Rapporti con il pubblico all’indirizzo mail help.musei@scv.va.

I Musei e i Giardini Vaticani saranno chiusi al pubblico lunedì 16 agosto e che sono sospese le aperture straordinarie dell'ultima domenica del mese. Resta in vigore l'obbligo di prenotazione on line delle visite attraverso il portale ufficiale.

Nello Stato della Città del Vaticano inoltre è ancora vigente la norma che obbliga ad indossare la mascherina anche all’aperto. 

Ti potrebbe interessare