Dalle diocesi, le celebrazioni mariane per la solennità dell' Assunta

Tra le feste quella suggestiva dell' Acheropita nella diocesi di Rossano-Cariati

La Madonna achiropita di Rossano
Foto: Wikipedia
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Con la festa dell’Assunta ci avviamo verso la conclusione delle attività estive nelle diocesi italiane e iniziano già i primi eventi del nuovo anno pastorale. Da lunedì prossimo, 23 agosto e fino al 26, a Cremona la Settimana Liturgica Nazionale

. Questa edizione, la 71ma – dopo il rinvio del 2020 – prevede quattro giorni di preghiera, riflessioni e incontri che si terranno in Cattedrale e verranno trasmessi in diretta sui canali social e web ufficiali della Settimana Liturgica e della Diocesi di Cremona.

Tema della settimana “Dove sono due o tre riuniti nel mio nome” e offrirà occasioni per porsi domande e cercare risposte sull’epoca di cambiamento che sta interessando – oggi in modo ancora più evidente – le comunità e il modo in cui esse vivono la Messa della domenica, con uno sguardo particolare alla presenza della liturgia nella realtà sociale e culturale dei territori.

Intanto domani solennità della beata Vergine Maria Assunta in Cielo. Tante le celebrazioni in tutte le diocesi, parrocchie, comunità mariane. Nella diocesi di Perugia-Città della Pieve sarà un giorno molto particolare. L’arcivescovo, il card. Gualtiero Bassetti, celebrerà domani mattina nell’antica chiesa parrocchiale intitolata alla Madonna dell’Assunta, nel quartiere perugino di Monteluce, e in serata (alle ore 21) guiderà la recita del S. Rosario nel Santuario della Madonna di Fatima in Città della Pieve.

Per l’occasione  esorta sacerdoti diocesani, religiosi e comunità parrocchiali, a celebrare una Santa Messa e a raccogliersi in preghiera “in solidarietà e riparazione coi nostri fedeli di San Feliciano, per tutto quanto è avvenuto, verso un intero popolo che sta soffrendo”, sottolineando che “purtroppo non c’è pace per San Feliciano sul Lago. Non bastava l’arresto del parroco. Non bastava la dolorosa e preoccupante vicenda di don Vincenzo. Non bastavano le lacrime di tanti fedeli, che ho cercato di confortare, recandomi subito in mezzo a loro. Non bastava lo sguardo smarrito dei ragazzi, che, senza parole sembravano chiedermi: ‘Ma perché…?’. No, non bastava.

Non bastava perché l’insipienza e la malvagità di qualcuno sembravano non avere limiti: senza curarsi minimamente della sofferenza di un popolo, è stata profanata la chiesa, che è la casa di Dio e del popolo cristiano, come fosse il più vile dei luoghi. Anche la casa canonica è stata messa a soqquadro violando in pieno la dignità di chi vi abitava. Nessuno, anche chi sbaglia, può essere calpestato nella sua dignità umana…”.

A Cremona il vescovo Antonio Napolioni, presiederà l’Eucarestia nel Duomo e al Santuario di Caravaggio. Nel duomo, dedicato alla Vergine Assunta in Cielo, sarà esposta la pergamena con la quale si concede per l’occasione l’indulgenza plenaria alle solite condizioni. Al Santuario S. Maria del Fonte di Caravaggio, nel pomeriggio, la celebrazione sarà nel cortile antistante l’ingresso della basilica. A Casale Monferrato celebrazioni al santuario di Crea. Oggi, vigilia della festa, liturgia eucaristica seguita alle 18 dalla recita dei primi vespri solenni dell’Assunzione mentre domani il vescovo Gianni Sacchi, presiederà la celebrazione eucaristica delle 11. Nella diocesi di Spoleto-Norcia la Vergine Maria Assunta in Cielo è la patrona dell’Archidiocesi.

Questa sera nella Basilica Cattedrale Elevazione Spirituale con l’Ensemble vocale “Canto. Ergo sum” mentre domani la Messa Pontificale presieduta dall’Arcivescovo, Renato Boccardo. “A causa delle limitazioni che caratterizzano lo stato di emergenza nazionale causato dalla pandemia da Covid-19 non si terrà, per il secondo anno consecutivo, la tradizionale processione con la Santissima Icone dalla basilica di S. Gregorio a quella cattedrale”, si legge in una nota della diocesi.

Festa grande anche nella diocesi di Rossano-Cariati, dove viene festeggiata la Madonna dell’Achiropita.

Il mese di agosto nella diocesi calabrese è caratterizzato dal forte legame alla Madonna Achiropita. Domani sera è prevista la Messa Pontificale presieduta dall’arcivescovo Maurizio Aloise, con l’offerta dell’olio e l’accensione della lampada votiva all’Achiropita da parte del Sindaco di Corigliano Rossano. Le celebrazioni continueranno per l’intro mese di agosto. Intanto la diocesi di Foligno si prepara ad accogliere il nuovo vescovo, Domenico Sorrentino, che il 26 giugno scorso papa Francesco ha chiamato a guidare anche la diocesi di Foligno, unendola in persona Episcopi a quella di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino. 

Il “passaggio di consegne” da parte di mons. Gualtiero Sigismondi, che regge la diocesi come amministratore apostolico da marzo 2020, avverrà nel pomeriggio di sabato 28 agosto durante una solenne celebrazione eucaristica che, nel pieno rispetto delle norme per il contrasto della pandemia, vedrà coinvolta l’intera comunità ecclesiale. Il nuovo vescovo – fa sapere la diocesi - non potrà prendere possesso con la consueta celebrazione nella Cattedrale di San Feliciano, ancora interessata dai lavori di restauro dopo il sisma del 2016.

Oltre alla celebrazione eucaristica durante la quale Sorrentino riceverà il pastorale e siederà sulla cattedra di San Feliciano sono previsti due momenti di preghiera: davanti alla statua della Madonna del Pianto nella Pro-cattedrale di Sant’Agostino e nella cripta della Cattedrale, non interessata dai lavori, dove sono custodite le reliquie di san Feliciano e dove riposano i vescovi di Foligno. 

Ti potrebbe interessare