Diocesi Sulmona - Valva: il fondo della solidarietà "a mani tese" funziona

Il progetto della Caritas diocesana “A MANI TESE” consiste in un fondo di solidarietà attivato dalla Diocesi di Sulmona-Valva a sostegno dei lavoratori segnati dall’impatto distruttivo della pandemia

Progetto Caritas Sulmona
Foto: Diocesi Sulmona Vulva
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il progetto della Caritas diocesana “A MANI TESE” consiste in un fondo di solidarietà attivato dalla Diocesi di Sulmona-Valva a sostegno delle imprese e dei lavoratori segnati dall’impatto distruttivo che la pandemia ha avuto nel tessuto economico e sociale del paese.

Cosi spiega il sito della Diocesi Sulmona - Vulva parlando di questo interessante progetto che sta prendendo il via. In cosa consiste il progetto? "Da un lato c’è un’azienda che ospita, dall’altro c’è la persona che beneficia della borsa lavoro e che quindi viene inserita in ditta come un dipendente esattamente come tutti gli altri. La differenza sostanziale è che, in questo caso, il borsista non viene pagato dal titolare dell’impresa, ma dalle risorse raccolte dal fondo di solidarietà", spiegano dalla Diocesi.
La Caritas diocesana ha raccolto 17.984,09 € attraverso i contributi delle comunità parrocchiali, delle realtà laicali e dei singoli che hanno generosamente risposto alla campagna lanciata in occasione dell’Avvento di Carità e proseguito nel tempo di Quaresima.

Grazie a questa prima somma a disposizione è stato possibile attivare 3 borse lavoro, attualmente in corso, che si chiuderanno il 31 dicembre 2021. Lo sportello lavoro, aperto da febbraio ad aprile il venerdì pomeriggio negli Uffici di Casa Zaccheo in via Porta Romana, ha raccolto circa 30 candidature.

"Da aprile a giugno si è tenuta la fase di valutazione dei curricula e si sono svolti i colloqui motivazionali, analizzando i requisiti professionali e le capacità richieste per la mansione lavorativa da svolgere. Parallelamente lo sportello Caritas ha censito le aziende, cooperative, fondazioni, ditte individuali presenti in tutto il territorio diocesano che, rispondendo al bando, si sono rese disponibili ad accogliere nuove risorse nella propria struttura", spiega la Diocesi di Sulmona - Vulva.

Le aziende che hanno ad oggi sottoscritto una convenzione con la Diocesi di Sulmona ed ospitano un borsista sono: EUROSPIN ITALIA S.P.A SULMONA, CARTOLIBRERIA PIZZI SULMONA, BIKE FOR FUN BUSSI SUL TIRINO. I borsisti sono 2 uomini ed 1 donna, 2 stranieri ed 1 italiano, under50. L’ammontare della borsa varia da 600€ a 700€ netti mensili secondo le ore lavorate e la mansione svolta, interamente sostenuti dalla Diocesi di Sulmona-Valva attraverso il suo fondo. Altre due borse lavoro sono in fase di concerto.

Ti potrebbe interessare