Fondazione Centesimus Annus, al via domani la conferenza del suo 25esimo

Un logo della Fondazione Centesimus Annus pro Pontifice
Foto: Fondazione Centesimus Annus pro Pontifice
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Le relazioni del Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano, e del Patriarca Ecumenico Bartolomeo I concluderanno la tre giorni di conferenza internazionale della Fondazione Centesimus Annus pro Pontifice, in programma dal 24 al 26 maggio.

La Fondazione fu fondata nel 1993, sulla spinta dell’enciclica di Giovanni Paolo II Centesimus Annus, per promuovere e diffondere la Dottrina Sociale della Chiesa. La confernza che si tiene in questi giorni, dedicata a “Nuove politiche e stili di vita nell’era digitale”, marca dunque il 25esimo anniversario della fondazione.

La Conferenza si svolgerà il 24 e 25 maggio nel Palazzo della Cancelleria a Roma, mentre il 26 maggio proseguirà nello Stato di Città del Vaticano, dove ci sarà, appunto, una sessione presieduta dal Cardinale Pietro Parolin, e una riflessione del Patriarca di Costantinopoli Bartolomeo I.

In particolare, il Patriarca Bartolomeo parlerà di “Una agenda cristiana comune per il bene comune”, andando a sottolineare come il camino ecuménico, al dibattito teológico, può affiancare proprio una serie di temi comuni, che vanno dalla persecuzione dei cristiani alla secolarizzazione della società. La sua conferenza è il culmine di un viaggio in Italia durante il quale il Patriarca è atteso per una venerazione degli apostoli Filippo e Giacomo nella Basilica Santi Apostoli, ma anche per un incontro privato con Papa Francesco e uno con il Papa emerito Benedetto XVI.

La conferenza conta 34 relatori, tra i quali esponenti della Pontificia Accademia per la Vita, della Fondazione Vaticana Gravissimun Educationis, della FAO, della Confederazione Europea dei Sindacati, economista e cardinali come Domenico Calcagno, presidente dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica.

Si parlerà di economía, solidarietà, formazione, alimentazione ed evangelizzazione, con contributi a carattere interdisciplinare per definiré quali siano le priorità per ridisegnare i principi di una economía centrata sulla dignità e la solidarietà tra le persone. Una sessione si concentrerà, poi, sulle considerazioni del Cardinale Fernando Filoni, prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli.

Ti potrebbe interessare