Fondazione Centesimus Annus, una conferenza internazionale in due appuntamenti

Una veduta del Palazzo Apostolico Vaticano dal Cortile San Damaso, dove ha sede la Fondazione Centesimus Annus Pro Pontifice
Foto: Archivio CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Non ci sarà una conferenza internazionale in presenza come sempre (le restrizioni per il COVID 19 non lo permetterebbero), ma due appuntamenti online, a distanza di una settimana l’uno dall’altro, per parlare delle “Pietre miliari dell’ecologia integrale per una economia umana”. La Fondazione Centesimus Annus Pro Pontifice non rinuncia alla sua conferenza internazionale annuale, anzi raddoppia, sostituendo gli incontri personali con gli incontri virtuali, e impreziosendo il tutto con un videomessaggio del Cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano.

Il Cardinale Parolin non è l’unico ospite illustre della conferenza internazionale. Ci saranno anche Mariya Gabriel, Commissario Europeo per Innovazione, ricerca, cultura, istruzione e gioventù ; Francois Villeroy de Galhau, Governatore Banca di Francia; Claudio Descalzi, amministratore delegato dell’Eni; il Cardinale Peter Turkson, Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale; e il vescovo Nunzio Galantino, Presidente Amministrazione Patrimonio Sede Apostolica.

La prima sessione, che si terrà il 23 ottobre, sarà focalizzata su “Governance e modelli di business”, mentre la seconda si concentrerà su Education e Training.

All’incontro del 23 ottobre, sono previsti i discorsi introduttivi di Anna Maria Tarantola, presidente della Fondazione Centesimus Annus pro Pontifice e del professor Giovanni Marseguerra, coordinatore del Comitato scientifico della Fondazione. Subito dopo il Cardinale Segretario di Stato Sua Eminenza Pietro Parolin guiderà un momento di preghiera e terrà il discorso di apertura dei lavori della Conferenza internazionale.

A seguire, una tavola rotonda moderata da Dawn R. Elm, professoressa di Business Ethics & Management, alla St. Thomas University, Minnesota. Il primo discorso lo pronuncerà Francois Villeroy de Galhau, Governatore Banca di Francia sul tema The role of central banks in the post-pandemic to support the sustainable economy; Mariya Gabriel, Commissario Europeo per Innovazione, ricerca, cultura, istruzione e gioventù interverrà su The action of the European Union; Gian Maria Milesi Ferretti, vicedirettore del dipartimento di ricerca del Fondo monetario internazionale si soffermerà sul tema Economic challenges in the post pandemic; Claudio Descalzi, amministratore delegato dell’Eni concluderà gli interventi parlando di  What a company working in the energy sector can do.

Il 30 aprile, ci sarà una relazione del Cardinale Peter Turkson, Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, seguita da un intervento di Monsignor Guy-Réal Thivierge, Segretario generale della Fondazione Gravissimum Educationis,

Monsignor Thieverge modererà poi un dibattito tra: K.J. Martijn Cremers, professore di Finanza presso il Mendoza College of Business dell'Università di Notre Dame; Annamaria Lusardi, economista, professore di Economia e contabilità e direttore accademico del Global Financial Literacy Excellence Center, The George Washington University School of Business, nonché direttore del Comitato italiano per la pianificazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria; Alessandro Vespignani, fisico ed esperto di epidemiologia computazionale, docente all’università di Boston.

I lavori saranno conclusi dal vescovo Galantino, presidente dell’APSA.

Ti potrebbe interessare