I Vescovi dell'Argentina incontrano Papa Francesco per la visita ad limina

Il Cardinale Mario Aurelio Poli, Arcivescovo di Buenos Aires
Foto: Arcidiocesi di Buenos Aires - Facebook
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco riceve i "suoi" Vescovi: sono giunti in Vaticano, infatti, i Vescovi della Conferenza Episcopale Argentina per la visita ad limina.

La Chiesa cattolica locale è attulmente strutturata in 14 arcidiocesi e 55 diocesi, oltre all'Ordinariato Militare. Il Presidente della Conferenza Episcopale è Monsignor Oscar Vicente Ojea, Vescovo di San Isidro. Tra i suoi predecessori figura - dal 2005 al 2011 - l'allora Arcivescovo di Buenos Aires, il Cardinale Jorge Mario Bergoglio.

Oltre alle diocesi di rito latino si devono aggiungere le presenze della Chiesa armeno-cattolica, la Chiesa greco-melchita, la Chiesa maronita e la Chiesa greco-cattolica ucraina.

Su una popolazione complessiva di circa 43 milioni e mezzo di persone, i cattolici sono circa 40 milioni.

Al momento la Chiesa argentina conta 4 cardinali nel Sacro Collegio: 2 elettori - Mario Aurelio Poli, Arcivescovo di Buenos Aires, e Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali - e 2 non elettori - Luis Héctor Villalba, Arcivescovo emerito di Tucumàn e Estanislao Esteban Karlic, Arcivescovo emerito di Paranà.

Le relazioni diplomatiche tra la Santa Sede e l'Argentina risalgono al 1849, con l'apertura di una delegazione apostolica. Le relazioni si interruppero tra il 1884 e il 1900. E dal 1916 è stata aperta la Nunziatura Apostolica. Il Nunzio attuale è l'Arcivescovo congolese Léon Kalenga Badikebele. Tra i suoi predecessori figurano i futuri cardinali Pio Laghi e Santos Abril y Castellò.

Ti potrebbe interessare