I vescovi polacchi in Plenaria chiedono rispetto per norme sanitarie anti covid

Domenica 11 ottobre con il titolo “Totus Tuus” sarà celebrata la 20° Giornata di Giovanni Paolo II

La celebrazione eucaristica conclusiva
Foto: Episkopat news
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Due giorni di lavoro per i vescovi polacchi a Łódź e a Pabianice, per affrontare le sfide pastorali della Chiesa in Polonia. Prima dell’assemblea plenaria si è svolta la conferenza stampa dedicata all’enciclica “Fratelli tutti” di Papa Francesco, presieduta dall’arcivescovo Stanisław Gądecki, Presidente della Conferenza episcopale polacca.

 “Come luogo della plenaria è stata scelta Łódź, in considerazione del prossimo centenario dell’istituzione della diocesi”, ha spiegato il presule. Ed è proprio durante la plenaria dei vescovi che è stato annunciato il programma delle celebrazioni giubilari la cui inaugurazione è prevista per il mese di dicembre prossimo”.

Nel contesto della domenica di San Francesco, celebrata il 4 ottobre scorso, i presuli hanno anche ricordato la necessità di prendersi cura dell’ambiente naturale, nel quadro dell’ecologia integrale.

Le sfide pastorali della Chiesa in Polonia sono state il tema principale della Sessione. La discussione, svoltasi in una forma nuova - in cinque gruppi di lavoro - ha riguardato le strategie durante e dopo la pandemia; la Chiesa in Polonia e i cambiamenti culturali; la presenza della Chiesa nello spazio socio-politico; la comunicazione della Chiesa, e la pastorale parrocchiale nel contesto delle trasformazioni

I vescovi hanno ricordato che le priorità della pastorale sono costituite dalla sollecitudine verso le coppie unite in matrimonio e verso le famiglie. Il matrimonio, basato sull’amore, sostegno reciproco, rinforzato dalla grazia e aperto alla vita crea l’ambiente naturale per la crescita ed è un dono per la Chiesa e per la società. Nella pastorale, prima di tutto, c’è bisogno di una narrazione positiva della bellezza della vita matrimoniale e famigliare

Nel corso dei lavori sono state presentate le bozze del documento sulla formazione al sacerdozio “Ratio institutionis sacerdotalis pro Polonia”, il quale, previa approvazione da parte della plenaria dei vescovi, è stato inviato alla Congregazione per il Clero. Durante il processo della sua attuazione saranno necessarie delle precisazioni relative alle seguenti questioni: tempo propedeutico, tempo pastorale, criteri di discernimento, ruolo delle scienze ausiliarie, e altre

I vescovi hanno ricordato che non si può accusare di mancato rispetto dell’Eucaristia coloro che per varie ragioni desiderano, con fede e deferenza dovute, ricevere la Santa Comunione nella mano. La Santa Sede riconosce come degna tale modalità di distribuzione del Corpo del Signore

Ancora una volta, i pastori della Chiesa in Polonia ringraziano tutti coloro che sono impegnati nella lotta al coronavirus e coloro che aiutano i malati e i bisognosi. Visto il numero crescente di contagiati, essi chiedono di continuare gli aiuti ed intensificare le preghiere, soprattutto durante il mese di ottobre - mese della preghiera del rosario. I presuli incoraggiano altresì i fedeli di adeguarsi alle disposizioni sanitarie.

Domenica 11 ottobre con il titolo “Totus Tuus” sarà celebrata la 20° Giornata di Giovanni Paolo II. In tutta la Polonia verrà organizzata la raccolta fondi per i borsisti della Fondazione “Dzieło Nowego Tysiąclecia” (Opera del Nuovo Millennio). I vescovi ringraziano per il sostegno offerto a quell’iniziativa.

Lunedì festa di Santa Faustina Kowalska il Nunzio apostolico in Polonia Salvatore Pennacchio ha celebrato la liturgia solenne presso la cattedrale di Łódź, città della quale la Santa è patrona.

La seconda sede della Plenaria Pabianice ha una rilevanza particolare poiché proprio lì San Massimiliano Maria Kolbe ebbe la visione della Madonna con delle due corone. La Vergine Maria apparve a San Massimiliano con in mano delle corone: una bianca, e una rossa. La corona bianca simboleggiava la purezza, mentre quella rossa era il simbolo del martirio. La Vergine avrebbe chiesto a San Massimiliano di sceglierne una, ma egli rispose di accettarle entrambe.

La plenaria a Łódź e a Pabianice, oltre alle celebrazioni del centenario della diocesi di Łódź, vuole quindi ricordare in modo particolare anche i santi: Faustina e Massimiliano

Ti potrebbe interessare