Il Cardinale Bassetti a Norcia: “Questi luoghi devono tornare a nuova vita”

Il Cardinale Gualtiero Bassetti all'inaugurazione a Norcia
Foto: Diocesi Spoleto Norcia
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Questi luoghi devono tornare a nuova vita, lo vogliono con forza gli abitanti che restano nei pressi delle loro case e anche quelli che se ne allontanano soltanto per riprendere forza, e che vogliono tornare per ricominciare la vita di sempre, lenta ma fattiva”. Sono le parole del Cardinale Bassetti, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, intervenuto all’inaugurazione del Centro di Comunità realizzato da Caritas Italiana e Caritas Nord-Est a Norcia, dopo il terremoto che ha devastato il Centro Italia negli ultimi mesi.

Un solo piano fuori terra, rettangolare, per una superficie complessiva di 266 mq ed un volume di 1.105 mc. Un salone di 170 mq, tre stanze per attività, depositi e servizi. Costo: poco più di 400.000 euro. Tutto antisismico. Sono queste le principali caratteristiche del Centro di Comunità inaugurato la sera di venerdì 16 giugno 2017 a Norcia, presso il complesso della Madonna delle Grazie (la chiesa è crollata e il vecchio convento dei Cappuccini è da abbattere),

Il progetto è stato realizzato da Caritas Italiana, col sostegno della delegazione Caritas Nord-Est. La Caritas nelle zone colpite dai terremoti, tra l’altro, interviene con la costruzione di questi centri polifunzionali, di pubblica utilità nelle emergenze, pensati come luoghi per la liturgia e le attività pastorali, sociali, culturali e ricreative.

I locali sono stati benedetti dal cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Conferenza episcopale italiana, alla presenza di monsignor Renato Boccardo arcivescovo di Spoleto-Norcia, monsignor Francesco Antonio Soddu direttore di Caritas italiana, don Marco Rufini parroco di Norcia, don Marino Callegari delegato Caritas Nord-Est, Giorgio Pallucco direttore Caritas Spoleto-Norcia, Catiuscia Marini presidente della regione Umbria, Nicola Alemanno sindaco di Norcia, oltre naturalmente a molti fedeli nursini. Presenti anche numerosi sacerdoti dell’Archidiocesi di ritorno dalla tre giorni di assemblea del clero a Roccaporena di Cascia. L’arredamento del Centro è stato offerto dalla comunità – Parrocchia di S. Giorgio, Associazione “Sentieri di pace” Onlus, gruppo cinghialai - di Osteria Grande di Castel S. Pietro Terme (BO), presente con una piccola delegazione guidata da Maurizio Ferrari.

“Il sisma – ha detto poi monsignor Boccardo, che ha calorosamente ringraziato il cardinale Bassetti, alla sua prima uscita ufficiale in una Diocesi italiana dopo l’elezione a Presidente dei Vescovi della Penisola – ha privato Norcia di tutte le chiese e questo Centro è il segnale con cui la comunità cristiana dà volto all’urgenza di azioni concrete. Abbiamo bisogno di vedere che ricostruire non solo è possibile ma si può fare. Questo Centro – ha proseguito – deve rappresentare per quanto possibile un ritorno alla normalità per la parrocchia di Norcia. Ci fa piacere sapere che non siamo soli e da oggi siamo più convinti nel dire che ricominciare è possibile”.

Ti potrebbe interessare