Il Cardinale Re: "Il Cardinale Sodano ha fermamente creduto in Cristo"

Sono state celebrate stamane in San Pietro le esequie del Cardinale Angelo Sodano, Segretario di Stato emerito e Decano emerito del Sacro Collegio, morto a Roma venerdì scorso a 94 anni

Le esequie del Cardinale Sodano
Foto: Vatican Media - ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sono state celebrate stamane in San Pietro le esequie del Cardinale Angelo Sodano, Segretario di Stato emerito e Decano emerito del Sacro Collegio, morto a Roma venerdì scorso a 94 anni.

A celebrare il rito funebre è stato l’attuale Decano del Collegio Cardinalizio, il Cardinale Giovanni Battista Re, per 11 anni Sostituto per gli Affari Generali con il Cardinale Sodano Segretario di Stato.

Papa Francesco ha assistito alle esequie, presiedendo il rito dell’Ultima Commendatio e della Valedictio.

Primo collaboratore di Giovanni Paolo II e nel primo periodo del pontificato di Benedetto XVI come Segretario di Stato – ricorda il Cardinale Re nell’omelia – il Cardinale Sodano “si prodigò con competenza e dedizione a favore della pace”.

“Molti di noi hanno potuto apprezzare da vicino – prosegue il porporato - l’alto senso del dovere del Cardinale Sodano, le sue doti di intelletto e di cuore, la sua sensibilità per le finalità pastorali dell’azione della Chiesa nel mondo, la sua saggezza nel valutare avvenimenti e situazioni e la sua disponibilità ad aiutare, cercando in ogni caso adeguate soluzioni”.

In tutta la sua vita il Cardinale Sodano – aggiunge il Decano -  “ha fermamente creduto in Cristo e l’ha seguito fedelmente, servendolo  con amore e dedizione  alla Chiesa e al suo Vicario”.

Nato in Piemonte nel 1927, sacerdote dal 1950, il Cardinale Sodano fu prima Nunzio Apostolico in Cile, poi Segretario per i Rapporti con gli Stati e per circa 16 anni Segretario di Stato, successore del Cardinale Agostino Casaroli. Porporato dal 1991, dal 2005 al 2019 è stato Decano del Collegio Cardinalizio.

 

Ti potrebbe interessare