Il Cardinale Sandri in Slovacchia per i 200 anni dell'Eparchia di Presov

Il Cardinale Sandri per i 200 anni dell'Eparchia di Presov
Foto: Contatto Cong. Chiese Orientali
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Dal 21 al 23 settembre, il Cardinale Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, si è recato in Slovacchia, per le celebrazioni giubilari per i 200 anni dell'Eparchia di Presov, da dieci sede della Metropolia sui iuris greco-cattolica slovacca.

Accolto dall'Arcivescovo Monsignor Jan Babjak, il Porporato ha incontrato il Nunzio Apostolico in Slovacchia, Monsignor Giacomo Guido Ottonello, il Segretario della Nunziatura Mons. Giuseppe Quirighetti, giunti essi pure al Santuario di L'utina per l'occasione.

La mattina di sabato 22, alle ore 10, si è tenuta la Divina Liturgia Pontificale, alla presenza di Vescovi orientali e latini provenienti, oltre che dalla Slovacchia, dalla Romania, dall'Ucraiana, dalla Gran Bretagna, dagli Stati Uniti d'America e dal Canada, oltre a circa trecento sacerdoti e diaconi, seminaristi, Religiosi e Religiose, Delegati Ecumenici dalla Slovacchia, Autorità e un grande numero di fedeli che ha sfidato la pioggia che è caduta abbondante durante l'intera giornata.

Durante l’omelia, il Cardinale Sandri ha commentato: “Le parole del libro del Deuteronomio fanno da sfondo alla nostra celebrazione giubilare, ringraziando il Signore per il dono di questi duecento anni di storia dell’Eparchia di Prešov, che negli ultimi dieci ha ricevuto il dono e la singolare chiamata ad essere sede della Metropolia, centro di comunione che raccoglie le tre circoscrizioni qui in Slovacchia, quella del Canada, oltre a cercare di seguire pastoralmente le diverse comunità sparse nel mondo, come per esempio quelle della Gran Bretagna e della Germania. È dovere del credente quindi ricordare, fare memoria, non perché abbiamo un’eterna nostalgia del passato – perché il Signore è fedele per sempre, quindi anche nelle sfide del tempo presente – quanto piuttosto perché è giusto ricordarsi del cammino che non le nostre opere o la nostra bravura personale o comunitaria, ma la grazia del Signore che opera in noi che crediamo è stata capace di farci compiere”.

Nel pomeriggio, il Cardinale, accompagnato dal Metropolita e dal Nunzio Apostolico, si sono recati in visita a due parrocchie dei dintorni, oltre che ad una tradizionale "chiesa di legno", tipica della zona.

La mattina di domenica 23, è stata celebrata un'altra Divina Liturgia Pontificale nella cattedrale di Presov, seguita dal pranzo festivo e dal breve incontro con i numerosi studenti del Seminario dell'Arcieparchia.

Ti potrebbe interessare