Il Cardinale Sandri presenta la nuova edizione di Oriente Cattolico

Il Cardinale Sandri presenta allo SMOM la nuova edizione di Oriente Cattolico
Foto: Congregazione Chiese Orientali
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

A Roma l’Ambasciatore del Sovrano Militare Ordine di Malta presso la Santa Sede, Antonio Zanardi Landi, ha ospitato un evento dedicato alla presentazione di “Oriente Cattolico”, l’opera in tre tomi della Congregazione per le Chiese Orientali, pubblicata in coedizione con la casa editrice Valore Italiano.

A distanza di otto mesi dall’uscita dell’edizione cartacea in lingua italiana, l’opera - si legge in una nota stampa della Congregazione - ha destato un “notevole interesse sul piano internazionale per molteplici aspetti”.

L’imminente pubblicazione dell’edizione in lingua inglese, offrendosi ad un pubblico ancora più ampio, conferma gli auspici iniziali del Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, il Cardinale Leonardo Sandri, alla presentazione ufficiale dell’edizione italiana: “Esprimo l’auspicio che Oriente Cattolico, dopo più di quarant’anni dalla precedente edizione, contribuisca ad un più grande apprezzamento degli abbondanti doni che queste Chiese portano alla Chiesa universale”.

L’opera, pubblicata in occasione del centenario della Congregazione per le Chiese Orientali, è per il Dicastero “uno strumento di amore e di responsabilità istituzionale, ed ecco che su questo territorio comune, le diverse missioni del Sovrano Militare Ordine di Malta attive e presenti in tutto il mondo incontrano l’Oriente Cattolico e si intersecano in un’operatività comune, riflettendo su come si possa tradurre il ruolo delle Chiese Orientali in un quadro più ampio di analisi geopolitica”.

Il Cardinale Sandri ha ribadito l’importanza dell’opera durante l’incontro a Roma con il Sovrano Ordine di Malta e ha annunciato lui stesso le imminenti novità : “L’eco e la risonanza monitorata dall’ufficio stampa dell’edizione, come pure dalle attestazioni di stima che ho personalmente raccolto dal Santo Padre Francesco, dal Pontefice emerito Benedetto XVI, dal Patriarca Ecumenico Bartolomeo come da molti alti rappresentanti delle Chiese Orientali cattoliche e non, più che essere motivo di orgoglio rappresentano una felice responsabilità di proseguire il cammino avviato. Esso dovrà concretizzarsi sia attraverso il costante aggiornamento dell’opera almeno nella sua versionein formato kindle (a titolo di esempio, cito i due provvedimenti Pontifici con i quali sono stati elevati ad eparchia i due esarcati apostolici di Macedonia e Serbia), sia in vista di quella inglese che dovrà essere conclusa dal rinnovato comitato scientifico entro l’estate del 2019, in modo da poter essere distribuita all’inizio dell’autunno”.

 

Ti potrebbe interessare