Il Codice di Diritto Canonico: storia, cultura e tradizione giuridica della Chiesa

L'edizione del Codice di diritto canonico, edita da Ancora a cura della Redazione dei Quaderni di diritto ecclesiale, è un indispensabile compagno per la vita dei giuristi

La copertina del volume
Foto: Ancora Libri
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il Sommo Pontefice Giovanni Paolo II, nel 1983, con la costituzione Sacrae disciplinae leges promulgava per la Chiesa universale il nuovo codice di diritto canonico.

L'opera innovava la complessa disciplina, mantenendo immutati i principi e la ratio giuridica dei singoli istituti ed evidenziando l'importanza del testo per la vita, giuridica e sociale della Santa Sede.

Ancora oggi questo strumento indica la strada e mette in luce le peculiari ed importanti strutture della società ecclesiastica, per le quotidiane necessità del Popolo di Dio.

Nell'interessante introduzione all'opera, il professor Giuliano Brugnotto evidenzia la funzione della pubblicazione evidenziando che ”è infatti sembrato che in ambito italiano si avvertisse l'esigenza di uno strumento agile che si caratterizzasse per l'essenzialità e la completezza, con speciale riferimento alle fonti dei singoli canoni. In tal modo, attraverso il rimando ai canoni del Codice Pio Benedettino, si tocca con mano come l'attuale Codice sia il “principale documento legislativo della chiesa, fondato nell'eredità giuridico-legislativo della Rivelazione della Tradizione” (pag.5).

Sfogliando le pagine del volume si scopre come i singoli canoni sono offerti nella loro lettura latina e nella traduzione italiana, corredati da un accurato apparato di note che aiuta il professionista nell'approfondimento esegetico dei canoni.

Storia, cultura e tradizione, nel solco del più utile aggiornamento giuridico trovano sede nel testo.

L'opera giunta alla terza edizione, è aggiornata al motu proprio di Papa Francesco Magnum principium del 3 settembre 2017.

Impreziosiscono il lavoro i rimandi alle fonti dei canoni, corredati dalle interpretazioni autentiche delle stesse. 

A corredo della materia ed a fianco dei canoni del libro VII è presente la collocazione e l'indicazione degli articoli dell'istruzione Dignitas connubi.

L'opera cosi strutturata si presenta pregevole ed indispensabile, rappresentando un punto di riferimento della vita giuridica e quotidiana di tutti coloro si trovano ad interessarsi di questo affascinante settore del sapere giuridico della Chiesa.

CODICE DI DIRITTO CANONICO

A cura della Redazione dei Quaderni di diritto ecclesiale 

Milano, Ancora, 2018, pagg. 1093, euro 35,00.

Ti potrebbe interessare