Il Papa accetta la rinuncia del vescovo Michael J. Hoeppner negli Stati Uniti

Era stato accusato di aver coperto abusi sessuali del clero

Michael J. Hoeppner
Foto: Catholic News Agency
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco  ha accettato le dimissioni del vescovo di Crookston in Minnesota, Michael J. Hoeppner. Nel 2017 era stato accusato di aver coperto gli abusi sessuali del clero sui bambini.

Hoeppner, 71 anni, è diventato il primo vescovo ad essere accusato individualmente di coercizione dopo aver presumibilmente fatto pressioni su un candidato al diaconato per ritirare una passata accusa di abuso sessuale da parte di un sacerdote.

 Secondo quanto riferito dalla vittima la presunta coercizione di Hoeppner è stata come "essere nuovamente sottoposto agli abusi”.

A febbraio del 2020 un comunicato della diocesi affermava che l'Arcivescovo Bernard A. Hebda dell'Arcidiocesi di Saint Paul e Minneapolis era  “stato autorizzato dalla Congregazione per i Vescovi a Roma, a condurre ulteriori indagini relative alle affermazioni secondo cui il Vescovo Michael J. Hoeppner si era impegnato in" atti o omissioni “ destinato a interferire o evitare indagini civili o canoniche di cattiva condotta sessuale clericale "come prescritto dal motu proprio, Vos estis lux mundi".

Papa Francesco ha il vescovo emerito di Des Moines Richard Edmund Pates come Amministratore Apostolico sede vacante. 

Ti potrebbe interessare