Il Papa ai nuovi vescovi: "Il primo compito di un vescovo è pregare"

Nella Basilica Vaticana l'ordinazione episcopale di Monsignor Guido Marini, Vescovo di Tortona e di Monsignor Andrés Gabriel Ferrada Moreira, Segretario della Congregazione per il Clero

Santa Messa con Ordinazioni Episcopali
Foto: Vatican Media / ACI Group
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco ha conferito questa mattina nella Basilica Vaticana l’ordinazione episcopale a Monsignor Guido Marini del clero dell’Arcidiocesi di Genova, nominato Vescovo di Tortona il 29 agosto 2021 e a Monsignor Andrés Gabriel Ferrada Moreira del clero dell’Arcidiocesi di Santiago de Chile eletto Arcivescovo di Tiburnia l’8 settembre 2021, nominato Segretario della Congregazione per il Clero.

Papa Francesco, nella Basilica di San Pietro, presiede la Santa Messa nella XXIX Domenica del Tempo Ordinario e pronuncia l’omelia prevista del Rituale per l’Ordinazione dei Vescovi, a cui però ha voluto aggiungere alcune considerazioni personali a braccio.

"Non è vero episcopato senza servizio - dice il Papa - al vescovo compete più il servire che il dominare, con questo servizio custodirete la vostra vocazione, non negli onori o nella potenza, ma sempre servire. Continuate a studiare. Voi sarete i custodi delle fede del servizio e della carità nella Chiesa, pensate che la vicinanza è la traccia più tipica di Dio,  La vicinanza, la compassione e la tenerezza".

"Per favore non lasciate questa vicinanza - commenta ancora a braccio il Papa nell'omelia - Il vescovo è vicino a Dio nella preghiera. Si, il primo compito di un vescovo è pregare. Poi, vicinanza agli altri vescovi, siate vescovi, si ci saranno discussioni tra voi, ma come fratelli. Terza vicinanza è quella ai sacerdoti, per favore non dimenticatevi che i sacerdoti sono i vostri prossimi. L'agenda piena non va, se tu vieni a sapere che ti ha chiamato un sacerdote richiamalo lo stesso gorno perchè questo sa che ha un padre. Infine, la vicinanza al Santo Popolo di Dio, al gregge. Non dimenticare che sei stato tolto dal gregge non da una élite che ha studiato, ha tanti titoli e tocca essere vescovo. Per favore non dimenticate queste quattro vicinanze. Il Signore vi faccia crescere su questa strada della vicinanza, così imiterete meglio il Signore, perché Lui è stato sempre vicino e sta sempre vicino a noi, e con la sua vicinanza che è una vicinanza compassionevole e tenera ci porta avanti.".

I Vescovi Co-ordinanti sono il Cardinale Beniamino Stella, Monsignor Marco Tasca, Monsignor Lazzaro You Heung-sik e Monsignor Vittorio Viola.

Monsignor Guido Marini, divenuto nel 2007 Maestro delle celebrazioni liturgiche pontificie con Papa Benedetto XVI, nel 2013 è stato confermato nell’incarico da Papa Francesco. Ora subentrerà a Tortona a Monsignor Vittorio Viola, chiamato dal Papa come Segretario della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.

Monsignor Andrés Gabriel Ferrada Moreira è stato nominato dal Papa Segretario della Congregazione per il Clero assegnandogli la Sede titolare Arcivescovile di Tiburnia. Sacerdote per l’arcidiocesi metropolitana di Santiago del Cile, ha svolto diversi incarichi pastorali in diocesi, tra cui quello di direttore degli studi e prefetto di teologia del Seminario Pontificio Mayor de los Santos Ángeles Custodios. Dal 2018 fino ad oggi è stato officiale della Congregazione per il Clero. 

Papa Francesco unge con il sacro crisma i due nuovi vescovi, consegna a ciascuno il Libro dei Vangeli e l'anello, impone la mitra e infine consegna loro il pastorale. Solo alla fine dona loro un abbraccio di pace.

Prima della fine della Santa Messa, Monsignor Guido Marini legge a nome dei due vescovi una piccola lettera di ringraziamento. "Sono voce di un cuore unico, il nostro, noi che da oggi siamo uniti dal sacramento episcopale in una fraternità nuova, profonda e bellissima. Allo Spirito Santo fuoco d'amore snza fine la nostra lode e la nostra supplica. Vieni, ne siamo consapevoli, siamo opera sua", legge il nuovo Vescovo di Tortona.

"Grazie Santo Padre , la parola grazie è semplice ma colma e traboccante dei nostri sentimenti, pensieri, emozioni , desideri. La parola è breve eppure si perde nell'eternità. Siamo piccoli, piccolissimi eppure scelti, amati, inviati. Grazie Santo Padre perchè oggi siamo divenuti vescovi per la sua preghiera di ordinazione, oggi siamo entrati a far parte del collegio episcopale. Grazie Santo Padre per le molteplici attestazioni di paternità vera, di vicinanza premurosa e fiducia che ha sempre avuto per noi. Grazie a tutti voi che siete qui presenti, grazie per aver pregato per noi. Con voi condividiamo la meraviglia grata di essere cristiani. Grazie alle nostre famiglie, ai genitori. Non saremo qui oggi senza di loro. Grazie mamma e papà per il vostro anello, segno di un amore esemplare. Alla Madonna rivolgiamo la nostra preghiera", concludono cosi il loro saluto ai fedeli e all'assemblea tutta.

 

pezzo aggiornato alle ore 10.53 con il saluto di Monsignor Guido Marini

 

 

 

Ti potrebbe interessare