Il Papa dialoga con Guillermo Marcó, il suo ex portavoce a Buenos Aires

Papa Francesco dialoga a Santa Marta con una delle persone che gli è stata più vicina durante i suoi anni come cardinale in Argentina. Ecco chi è e cosa si sono detti

Papa Francesco, udienza generale
Foto: Vatican Media / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco ha avuto una lunga conversazione a Santa Marta con una delle persone che gli è stata più vicina durante i suoi anni come cardinale in Argentina. Questa persona è Guillermo Marcó, portavoce del Pontefice a Buenos Aires.

Nel programma "Marcò, tu semana", entrambi hanno avuto un bel dialogo registrato appunto per il podcast che il sacerdote di Buenos Aires sviluppa periodicamente su Spotify.

Il portavoce ha registrato un'intervista "personale", ha voluto chiedere al Pontefice cosa porta nel cuore.

Cosa ti manca? Chiede Guillermo Marcó al Papa. "Mi manca 'vagare'. Lì a Buenos Aires stavo camminando o prendendo l'autobus, e così via. Qui le due volte che ho dovuto andarmene sono stato colto in flagrante. Due volte, in inverno. Alle sette del pomeriggio che non succede nulla, tutto buio... Quando sono andato dall'ottico una signora dal balcone (ha gridato) 'Il Papa!' e questa è la fine. E quando sono andato al negozio di dischi che non c'era nessuno – sono andato a benedire perché era un negozio di dischi di amici che lo avevano ristrutturato e tutto il resto – la gente mi ha chiesto 'perché non vieni tu che ci hai aiutato così tanto?' Così sono andato. Oscuro... così sfortuna che proprio lì c'è un posteggio dei taxi nelle vicinanze c'era un giornalista in attesa che un amico prendesse un taxi", dice Francesco.

Alla domanda di Marcó sull'età e sugli ultimi inciampi nella sua salute, il Papa ha risposto: "Non lo sento (all'età). Forse quando penso di avere 85 anni sembra una cosa non reale. Ho questa età? E rido di me stesso e vado avanti".

Il sacerdote su richiesta dell'allora cardinale Bergoglio fece riorganizzare la Sala Stampa dove continuò per 10 anni come portavoce dell'allora arcivescovo di Buenos Aires. Si sono incontrati di nuovo a Santa Marta, "dove hanno ricordato la loro amata città e l'Argentina".

L'intervista è stata ripresa dal notiziario argentino infobae.

 

Ti potrebbe interessare