Il Papa è arrivato in Canada. Cerimonia d'accoglienza e domani il suo primo discorso

Il Papa è atterrato in Canada. Inizia così il suo viaggio. Oggi riposo e domani l'abbraccio agli indigeni

Il Papa è in Canada
Foto: Vatican Media / ACI Group
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Dopo 10 ore di volo il Papa è arrivato in Canada, precisamente ad Edmonton, capitale della provincia dell’Alberta. 

La seconda città dell’Alberta, dopo Calgary, ospita una delle comunità più grandi formata da popolazioni indigene, residente in centri urbani canadesi. Ed è proprio ciò che farà domani il Papa, incontrerà gli indigeni, pronunciando anche il suo primo discorso.

Il Papa viene accolto dal Governatore Generale l’Onorevole Mary Simon,con il consorte e dal Primo Ministro Justin Trudeau. Quindi il Papa si trasferisce all’interno dell’Aeroporto di Edmonton e ascolta l’esecuzione di un canto tradizionale di benvenuto in lingua autoctona, il saluto di alcuni rappresentanti delle First Nations e la presentazione delle rispettive Delegazioni e la Guardia d’Onore.

Francesco, sempre sulla sedia a rotelle,  dopo questo lungo viaggio, si trasferisce per il pranzo e per il riposo al St. Joseph Seminary. In Canada sono le 11,20 della mattina. 

Durante il volo il Papa ha sorvolato diversi paesi (Svizzera, la Francia, il Regno Unito, l' Islanda e la Danimarca) e a ciascuno ha inviato un telegramma, come di consueto, di saluti e auguri. 

La residenza del seminario St. Joseph Seminary dove soggiornerà il Papa comprende oltre 60 stanze per seminaristi, ospiti e sacerdoti che si occupano della formazione, aree per riunioni di gruppo e attività ricreative, una palestra, una sala giochi e una sala studio intitolata a San Girolamo, patrono degli Studi Biblici.

Domani Francesco si trasferirà a Maskwacis per l'abbraccio alle popolazioni indigene First Nations, Métis e Inuit. L'appuntamento è alle 18 ora di Roma.

 

Ti potrebbe interessare