Il Papa: “Il Battesimo non è una formula magica, ma un dono dello Spirito Santo”

Papa Francesco Udienza Generale
Foto: Daniel Ibanez, ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco nell’Udienza Generale odierna in Piazza San Pietro continua la riflessione sul sacramento del Battesimo. Per il Pontefice questo “è il sacramento della fede, l’ingresso sacramentale nella vita di fede”.

Il Papa precisa subito: “Al fonte battesimale non si va mai da soli, ma accompagnati dalla preghiera di tutta la Chiesa, come ricordano le litanie dei Santi che precedono l’orazione di esorcismo e l’unzione prebattesimale con l’olio dei catecumeni. Sono gesti che, fin dall’antichità, assicurano quanti si apprestano a rinascere come figli di Dio che la preghiera della Chiesa li assiste nella lotta contro il male, li accompagna sulla via del bene, li aiuta a sottrarsi al potere del peccato per passare nel regno della grazia divina”.

“Noi Chiesa preghiamo per gli altri – dice il Papa a braccio - Non dimenticate la preghiera della Chiesa, sempre è in atto. Anche per i bambini si chiede a Dio di liberarli dal peccato originale e consacrarli dimora per lo Spirito Santo, Pregare per i bambini per la salute spirituale e coroporale. Proteggiamo i bambini con la preghiera”.

Il Battesimo non è una formula magica, è un dono dello Spirito Santo – precisa il Pontefice - che abilita chi lo riceve a lottare contro lo spirito del male, credendo che «Dio ha mandato nel mondo il suo Figlio per distruggere il potere di satana e trasferire l’uomo dalle tenebre nel suo regno di luce infinita Sappiamo per esperienza che la vita cristiana è sempre soggetta alla tentazione di separarsi da Dio, dal suo volere, dalla comunione con lui, per ricadere nei lacci delle seduzioni mondane”.

Conclude infine il Papa la sua catechesi: “E’ faticoso combattere contro il male, sfuggire ai suoi inganni, riprendere forza dopo una lotta sfiancante, ma dobbiamo sapere che tutta la vita cristiana è un combattimento. Dobbiamo però anche sapere che non siamo soli, che la Madre Chiesa prega affinché i suoi figli, rigenerati nel Battesimo, non soccombano alle insidie del maligno ma le vincano per la potenza della Pasqua di Cristo.

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare