Il Papa: si apra subito il processo di beatificazione di Padre Hamel

Padre Jaques Hamel
Foto: Diocesi di Rouen
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ un annuncio che aspettavano in molti: Padre Jaques Hamel barbaramente trucidato il 26 luglio scorso mentre celebrava la messa, sarà beato senza aspettare i 5 anni canonici per iniziare la causa.

Ad annunciarlo il vescovo di Rouen che oggi pomeriggio ha riconsacrato la chiesa profanata dal doppio omicidio di luglio.  La decisione è ovviamente di Papa Francesco che lo scoso 14 settembre ha ricevuto il vescovo e celebrato la messa con la famiglia del sacerdote e con un gruppo di fedeli.

Il comunicato ufficiale della diocesi conferma che il Papa si è espresso chiaramente sul martirio di Padre Hamel in quella occasione. “ Successivamente monsignor  Lebrun è stato informato dalla Congregazione per le Cause die Santi che Papa Francesco ha dato la dispensa dai 5 anni normalmente necessari per aprire la inchiesta ufficiale in vista della beatificazione. Ringraziando vivamente il Papa per questo gesto eccezionale, l’arcivesocovo di Rouen decide in questo giorno di riapertura della chiesa di Saint-Étienne-du-Rouvray, di iniziare il procedimento”.

La celebrazione ha visto diverse tappe: la processione, la apertura della porta, i testi della Bibbia, le preghiere e l’ eucaristia.

Il rito è quello previsto in caso di profanazione e sono stati rimessi al loro posto i quattro simboli della fede cattolica che sono stati rubati durante l’assassinio.

La croce, in cero pasquale, il rosario e l’altare dove è stato pugnalato.

Ti potrebbe interessare