La città di Fermo celebra il ruolo culturale di Papa Sisto V

La città di Fermo celebra e ricorda Papa Sisto V con una giornata di studi

Sisto V
Foto: ufficio stampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La città di Fermo celebra e ricorda Papa Sisto V. Venerdì 19 novembre 2021 si terrà a Fermo, nella Sala del ritratti di Palazzo dei Priori, la giornata di studi “Sisto V e l’antica Università di Fermo", nell’ambito delle celebrazioni del V centenario della nascita di papa Sisto V.

Durante il papato di Sisto V, infatti, che con bolla del 1585 - anno stesso dell’ascesa al soglio pontificio - “restaurò” l’Università della città nella quale era stato vescovo, gli studi a Fermo vissero la loro stagione più fiorente, benché connotassero già da secoli la vita cittadina.

"Il Convegno ripercorrerà le vicende che contrassegnarono la storia istituzionale e organizzativa dell’Università di Fermo e l’alto valore culturale delle sue scuole, nel contesto storico in cui operarono - spiega una nota - L’Università di Fermo, infatti, pur non annoverando la notorietà e i successi registrati dalle principali Università del tempo, ebbe l’innegabile merito di favorire il progresso generale dello sviluppo della civiltà nel proprio territorio".

La Giornata di studi è promossa da Regione Marche, Comune di Fermo, CISUI (Centro Interuniversitario per la Storia delle Università Italiane), Arcidiocesi di Fermo, Archivio di Stato, Musei di Fermo e organizzata da Sinopia con Maggioli Cultura.

Sempre la nota ufficiale ricorda che "le ricerche svolte dal professore Gian Paolo Brizzi, a cui si deve la pubblicazione “L’antica Università di Fermo” edita dalla Cassa di Risparmio di Fermo nel 2001, hanno reso ancor più centrale rispetto al passato il ruolo di Sisto V nella storia dell’Università fermana".

In occasione della Giornata di studi sarà possibile svolgere l’itinerario sistino, un itinerario tematico urbano articolato nei seguenti luoghi: Piazza del Popolo, con la statua bronzea del pontefice benedicente realizzata dal Sansovino e collocata sulla facciata del Palazzo dei Priori e con i busti dei quattro papi sulla facciata del Palazzo degli Studi; la Biblioteca civica, gabinetto delle stampe e dei disegni; l’Archivio di Stato con l’esposizione della bolla con la quale Sisto V restaura l’Università; il Girfalco con la Cattedrale, sede arcivescovile e metropolitana voluta da Sisto V, e il Museo diocesano, dove sono esposti, tra l’altro, il pastorale, un ritratto e lo stemma del Pontefice.

La prenotazione alle visite è obbligatoria. museidifermo@comune.fermo.it

Ti potrebbe interessare