La Diocesi di Roma: III Prefettura, da Trastevere all'Aventino fino a Testaccio

Il viaggio di ACI Stampa alla scoperta delle 36 prefetture della Diocesi di Roma

L'interno della Basilica di San Crisogono
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Anche la III Prefettura della Diocesi di Roma – come la Ila II - si estende in altri quartieri storici di Roma: da Trastevere a Testaccio. Le 8 parrocchie che ne fanno parte sono inserite nel settore Centro.

La Basilica minore di San Crisogono, nel cuore di Trastevere, è una delle chiese più antiche di Roma: la sua presenza è segnalata fin dal IV secolo. La struttura odierna è invece stata completata nel XVII secolo. Affidata ai Padri Trinitari, è titolo presbiterale assegnato al Cardinale Yeom Soo Jung, Arcivescovo di Seul.

Sempre a Trastevere troviamo la parrocchia di Santa Dorotea. La costruzione della chiesa si conclude nel 1756. La cura pastorale è affidata ai Frati Francescani Conventuali mentre dal 2014 è titolo presbiterale, assegnato al Cardinale messicano Javier Lozano Barragan.

Restiamo a Trastevere e restiamo nell’ambito della famiglia francescana con la parrocchia di San Francesco a Ripa Grande. Nel 1701 furono completati i lavori di costruzione della chiesa, iniziati in realtà nel XIII secolo. Affidata ai Frati Minori, il Cardinale titolare della chiesa è il messicano Norberto Rivera Carrera.

E’ una delle più note chiese romane la Basilica parrocchiale di Santa Maria in Trastevere. I lavori per la sua erezione iniziarono nel IV secolo. La struttura attuale risale alla prima metà del 1100. Affidata al clero diocesano, è titolo presbiterale attualmente assegnato al Cardinale Carlos Osoro Sierra.

Nei pressi dell’Aventino incontriamo la parrocchia di Santa Prisca. Si ha notizia di questa chiesa fin dal V secolo, ma la attuale struttura architettonica è stata ultimata intorno al 1660. Affidata agli Agostiniani, è titolo presbiterale assegnato al Cardinale Justin Rigali.

Sempre in zona Aventino sorge la basilica parrocchiale di San Saba. La prima costruzione della chiesa risale al VII secolo, ma è divenuta parrocchia solo nel 1931 per volere di Papa Pio XI. Affidata ai gesuiti, è un titolo presbiterale pro hac  vice, il cui titolare è il cardinale cileno Jorge Medina Estevez.

Eretta nel 1908 la parrocchia di Santa Maria Liberatrice si trova nel cuore di Testaccio. La cura pastorale venne affidata prima ai Benedettini poi – e attualmente – ai Salesiani. E’ un titolo presbiterale pro hac vice, assegnato al Cardinale Giovanni Lajolo.

Siamo, infine,  nel quartiere Ostiense dove incontriamo la parrocchia di Santa Marcella. Un complesso moderno del XX secolo, parrocchia dal 1958. Affidata al clero diocesano, non è attualmente titolo cardinalizio.

 

Ti potrebbe interessare