Advertisement

La GMG 2023 di Lisbona. “Maria si alzò e andò in fretta”, la frase da non dimenticare

Conclusioni e riflessioni post GMG 2023

 | Vatican Media / ACI Group | Vatican Media / ACI Group

Maria si alzò e andò in fretta è stata la citazione biblica scelta da Papa Francesco come tema della Giornata Mondiale della Gioventù ospitata in terra lusitana dal 1 al 6 agosto. E questo motto si è ritrovato in tutti i discorsi di Papa Francesco a Lisbona. in tutti i luoghi, nei volti dei ragazzi, che si sono alzati e sono andati in fretta, un lungo cammino, verso gli eventi della GMG. Ma soprattutto questo tema resterà nelle idee, come bagaglio di questa GMG edizione 2023.

Il discorso di Papa Francesco a Fatima durante questa GMG perdurerà senza dubbio nel cuore dei giovani e di tutti ed è emblema di questo motto che resta. "Ci sono tante invocazioni di Maria, ma una che possiamo anche dire pensando a questa: la Vergine che corre. Ogni volta che c'è un problema, ogni volta che la invochiamo, lei non tarda. Arriva. Si affretta. La Madonna che corre, vi piace? Diciamolo tutti insieme. La Madonna ha fretta. Ha fretta perché è una madre. Apressada", ha detto il Pontefice a Fatima il 5 agosto.

Ma non solo Maria si alza e va di fretta, anche Gesù. E Francesco lo dice durante la Via Crucis al Parco Eduardo VII. "E Gesù cammina, ma aspetta qualcosa. Aspetta la nostra compagnia. Aspetta che guardiamo, non so, aspetta di aprire le finestre della mia anima, della tua anima, dell'anima di ognuno di noi. Quanto sono brutte le anime chiuse. Che seminano dentro, che guardano dentro. Non ha senso, Gesù cammina e aspetta con il suo amore, aspetta con la sua tenerezza, per confortarci", queste le parole ai giovani.

I ragazzi si sono alzati e sono andati in fretta anche alla Città della Gioia, un'esperienza bellissima di Lisbona. Con una media di 50.000 persone e 127 movimenti, congregazioni e famiglie, il complesso della Città della Gioia è stato "in festa". Rita Amaral responsabile della Città della Gioia, durante una conferenza stampa, ha assicurato che la Città della Gioia e la sua offerta hanno ricevuto un "feedback straordinario" da parte dei pellegrini che "vanno alla ricerca di capire di più sulle vocazioni della Chiesa" e che partono "pronti per andare a diffondere la gioia dei cristiani in tutto il mondo".

Anche la Veglia e la Messa hanno ripreso il tema mariano. Durante la Veglia del sabato notte il Pontefice spiega ai giovani il significato del gesto di Maria, che per raggiungere la cugina “Si alzò e andò di fretta” nonostante avesse appena ricevuto l’annuncio dell'angelo. La Madonna, “invece di pensare a lei, pensa all’altra”, a sua cugina Elisabetta. La “gioia è missionaria”. Dunque l’invito ad essere pellegrini gioiosi e missionari.

Advertisement

Anche durante la Messa di invio il Papa lo ricorda. Dice ai giovani che sono un “bagno di luce” di presente e di futuro nei tanti angoli adombri del nostro tempo. Proprio come Maria che andò di fretta verso quella luce che era il Signore Gesù.

E ora giovani andate di fretta a Seul, in Corea. Nel 2027 in Asia c’è un altro appuntamento che aspetta i giovani di tutto il mondo. “Così nel 2027 dalla frontiera occidentale dell’Europa ci si trasferirà all’estremo Oriente. Questo è un bel segno dell’univerasalità della Chiesa e del sogno di unità di cui tutti voi siete testimoni”, ha detto Papa Francesco.