La Polonia ha reso omaggio al cardinale Zenon Grocholewski

Il 3 settembre nella città polacca di Ciechocinek, nella clinica dedicata a Giovanni Paolo II è stato inaugurato un monumento dedicato al cardinale Zenon Grocholewski

La Polonia ha reso omaggio al cardinale Zenon Grocholewski.
Foto: Clinica "Pod Tezniami" di Giovanni Paolo II.
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il 3 settembre nella città polacca di Ciechocinek, nella clinica dedicata a Giovanni Paolo II è stato inaugurato un monumento dedicato al cardinale Zenon Grocholewski, defunto in Vaticano nel 2020, ex Prefetto del Supremo tribunale della Segnatura Apostolica ed ex Prefetto della Congregazione per l'Educazione Cattolica Ciechocinek si trova in una ampia vallata della Vistola dove fin dall'antichità venivano sfruttate le sorgenti saline per ricavarne il sale.

Dal XIX secolo le saline furono sfruttate con la costruzione delle famose torri di gradazione. Esse sono lunghissime strutture in legno che servono a facilitare l'evaporazione delle saline e in questo modo aumentare la gradazione del sale nell'acqua. Per questo motivo vengono chiamate torri di gradazione (teżnie in polacco). La località è famosa anche per le sue cliniche di cure e riabilitazione. In uno di questi centri, la clinica "Pod Tężniami" dedicata a Giovanni Paolo II, per tanti anni faceva le cure il cardinale Grocholewski.

Il porporato, anche da paziente, si dedicava all'attività pastorale. Grazie al suo aiuto la clinica ha ottenuto il permesso d portare il nome di San Giovanni Paolo II a cui è stata dedicata una statua benedetta dello stesso cardinale.  Zenon Grocholewski, nato in Polonia nel 1939, fu ordinato sacerdote a Poznan nel 1963. Ha studiato a Roma presso la Pontificia Università Gregoriana, ottenendo il dottorato in diritto
canonico e diventando avvocato del Tribunale della Rota Romana. Nel 1982 divenne segretario del Supremo tribunale della Segnatura Apostolica e nel 1998 viene promosso a Prefetto di tale Supremo tribunale, assumendo anche le cariche di presidente della Commissione per gli Avvocati e della Corte di Cassazione dello Stato della Città del Vaticano. Il 15 novembre 1999 diventa Prefetto della Congregazione per l'Educazione Cattolica, nonché Gran Cancelliere della Pontificia Università Gregoriana, del Pontificio Istituto Biblico, del Pontificio Istituto di Musica Sacra, del Pontificio Istituto di Studi Arabi e d'Islamistica e del Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana.

Nel 2001 viene elevato alla dignità cardinalizia. Il 31 marzo 2015 rinuncia all’incarico di Prefetto della Congregazione per l'Educazione Cattolica per raggiunti limiti di età. Muore improvvisamente il 17 luglio 2020 nella sua casa vaticana.  

A Ciechocinek, nella cerimonia dell'inaugurazione del monumento erano presenti: mons. Wiesław Mering, vescovo emerito di Wloclawek, mons. Andrzej Suski, vescovo emerito di Torun , il fratello del Cardinale, Władysław Grocholewski, ed altri suoi familiari, il senatore Józef Łyczak, mons. Stanisław Pindera, amico del cardinale, tanti dipendenti della clinica, con a capo il direttore Wiktor
Kolbowicz e rappresentanti delle autorità locali. La cerimonia è stata preceduta dalla Messa celebrata nella clinica dai vescovi e sacerdoti presenti.

Il monumento rappresenta il busto del porporato incastonato in una alta lastra di granito appoggiata al muro. E’ stato realizzato dall’artista Zbigniew Milikiewicz e suo figlio, Jan.  
Da oggi il cardinale Grocholewski, il porporato che ha svolto la maggior parte della sua vita sacerdotale e della sua missione in Vaticano, fuori dalla Polonia, viene ricordato con questo monumento anche nella sua Patria, a Ciechocinek.

Ti potrebbe interessare