Laudato, il pulmino ecologico dell' Unitalsi sarà benedetto dal Papa

Laudato
Foto: UNITALSI
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Se un vecchio pulmino si trasforma in un mezzo elettrico per il trasporto dei disabili, e il nome è Laudato, è ovvio che diventi un simbolo. Trasformato in un mezzo elettrico dall'U.N.I.T.A.L.S.I. (Unione Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) della sottosezione di Bolzano e ribattezzato in omaggio all'enciclica sull'ambiente "Laudato Si'" di Papa Francesco il pulmino ecologico è partito dal Passo del Brennero per un viaggio all'insegna del rispetto, della tutela del creato e dell'abbattimento di ogni barriera architettonica e culturale. 

L'evento eccezionale è promosso per la prima volta anche da un cartone animato che racconta l'iter della trasformazione da veicolo inquinante a mezzo elettrico.

Dopo Bolzano, Verona, Carpi e Rimini le successive tappe del viaggio di “Laudato” saranno aLoreto (28 agosto), Gualdo Tadino (29 agosto) e infine a Roma (31 agosto), dove verrà accolto e benedetto da Papa Francesco. In ogni tappa "Laudato" verrà accolto dai presidenti delle sottosezioni U.N.I.T.A.L.S.I. e dalle autorità civili e religiose.

 "L'idea – speiga Enrico Broccanello, presidente dell'U.N.I.T.A.L.S.I. di Bolzano – di questo pulmino è nata grazie all'incontro con una start-up di Bolzano nella movimentazione elettrica. La mobilità delle persone disabili è una priorità per la nostra Associazione, così abbiamo creduto in questo progetto per offrire un ulteriore servizio abbattendo i costi e riducendo l'impatto ambientale".

"Abbiamo così anche tentato di rispondere all'auspicio di Papa Francesco, che nell'Enciclica Laudato Si' parla di una tecnica messa al servizio di un progresso più umano, più sano, più sociale ed integrale".

 "Laudato – conclude Broccanello – è la tappa finale di un lavoro durato mesi grazie al quale al pulmino, da tempo fermo per problemi meccanici e di inquinamento, è stato sostituito il motore endotermico in un apparato elettrico, salvando la struttura e l'allestimento. Questo ha permesso di dare nuova vita a un mezzo oramai in disuso, migliorando anche la qualità dell'aria e della vita a livello locale".

Ti potrebbe interessare