Le voci degli universitari romani a Lourdes

La grotta e la basilica a Lourdes
Foto: vicariatusurbis
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La gioia della missione, è questo il tema del pellegrinaggio della Diocesi di Roma a Lourdes per il 2015. I romani fino al 29 agosto sono nella città mariana con una preghiera particolare alla Vergine per coloro che lasciano la propria terra d’origine rischiando la vita per cercare serenità e pace. Un popolo di fedeli tra cui anche un centinaio di universitari guidati dal vescovo Lorenzo Leuzzi.

“ Il pellegrinaggio, spiega, in quanto tale indica un cammino ed oggi è molto atteso dai giovani per poter offrire occasione di riflessione, di motivazioni, ma soprattutto di incontro con il Signore. Ecco, Lourdes rappresenta un luogo ideale dove i giovani possono riscoprire ma soprattutto rinnovare la propria esperienza di fede perché Lourdes interpella personalmente il credente e lo spinge verso quell’impegno missionario di cui oggi c’è tanto bisogno soprattutto nel mondo della cultura e dell’università.”

E ne sono ben coscienti i ragazzi che spesso sono a Lourdes per capire la loro strada, come Carlo 21 anni, che è a Lourdes proprio per capire quale strada universitaria intraprendere. “ Sono qui per la prima volta e sono molto emozionato di essere in un luogo dove è apparsa la Vergine. Già da piccolo i nonni nonni mi raccontavano delle apparizioni a Santa Bernardette, e quindi ho deciso di partire in pellegrinaggio proprio per chiedere alla Madonna di aiutarmi a fare un percorso giusto nella sua vita e di guidarmi”.

Un pellegrinaggio di ringraziamento invece è quello che sta facendo Cosimo 26 anni appena laureato in medicina a Tor Vergata: “E’ la seconda volta che vengo a Lourdes. Quest’anno ho voluto fare il pellegrinaggio per ringraziare la Madonna del traguardo della laurea raggiunto, e perché mi indichi ora la strada giusta da intraprendere nel lavoro.”

Luca 22 anni, studia Pedagogia a Roma Tre ed è convinto che sia “un’esperienza da fare almeno una volta nella vita per raggiungere davvero un contatto più intimo con te stessi e anche l’incontro con tanti malati che affrontano la vita con tanto coraggio nonostante tutto è qualcosa che non ti lascia indifferente.”

Tra poco iniziano di nuovo i corsi universitari e per Pietro, 22 anni, iscritto a giurisprudenza alla Lumsa c’è una certezza: “ ho molta fede e desideravo da tanto venire qui. E’il modo migliore di concludere l’estate e di iniziare il nuovo faticoso anno che mi attende. Affidando tutto alla Vergine Maria e a Santa Bernadette.”

Ogni anno il Pellegrinaggio Diocesano a Lourdes è un appuntamento che coinvolge con grande gioia la Diocesi e i pellegrini, e tra loro i ragazzi che durante l’anno frequentano le attività promosse dall’ Ufficio per la Pastorale Universitaria del Vicariato di Roma, una rete di cappellanie guidata da anni dal vescovo Lorenzo Leuzzi.

Ti potrebbe interessare