“Lectio Petri”, quattro appuntamenti per conoscere meglio San Pietro

Il cardinale Ravasi accompagna credenti e non credenti nella conoscenza dell'Apostolo.

Il logo dell'evento
Foto: Cortile dei Gentili
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Dopo il documentario proiettato sulla facciata della basilica arriva  “Lectio Petri”, un ciclo di incontri dedicati alla figura dell’Apostolo Pietro promosso dalla Basilica di San Pietro, dal Cortile dei Gentili e dalla Fondazione Fratelli Tutti. L'idea è del Cardinale Mauro Gambetti, francescano e Arciprete della Basilica Papale di San Pietro in Vaticano, Vicario Generale di Sua Santità per la Città del Vaticano, Presidente della Fabbrica di San Pietro sostenuto dal cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente Emerito del Pontificio Consiglio della Cultura che ripropone così le iniziative del Cortile dei Gentili.

L'idea è far conoscere al meglio la figura di San Pietro come ha spiegato il cardinale Ravasi che ha appena compiuto 80 anni.

Un progetto per i credenti in primo luogo ma anche per i non credenti, i tanti turisti che sono un po' per caso davanti alla tomba di Pietro. 

Del resto Bernini aveva concepito il colonnato come un abbraccio per tutti. Si inizia con quattro conferenze di genere culturale non solo religioso. 

Il primo appuntamento sarà martedì 25 ottobre, alle ore 18.30, protagonista del primo incontro sarà proprio il Cardinale Gianfranco Ravasi, che commenterà alcuni dei passi evangelici più significativi riguardanti l’Apostolo. Le letture saranno interpretate dall’attrice Alba Rohrwacher.

Le lectio si terranno all' altare della Cattedra e chi partecipa ( iscrivendosi gratuitamente sul sito) avrà anche il testo e un programma con approfondimenti. Oltre alla Lectio ci saranno esecuzioni musicali di grandi autori. 

Il 22 novembre la Lectio sarà sul Primato petrino tra i relatori tre teologi, uno cattolico uno protestante e  uno ortodosso. 

Il 17 gennaio al centro le Lettere di Pietro sempre presentate dal cardinale Ravasi e da Giuliano Amato presidente della Fondazione del Cortile di Gentili.

Infine il 7 marzo al centro la figura di Pietro nella storia, nell'arte e nella letteratura. Sarà un evento spettacolare per avere un "ritratto" di Pietro con un titolo già immaginifico: Quo vadis?

Il cardinale Gambetti ha anche ricordato il lavoro per una riorganizzazione della frequentazione della basilica per i turisti e per i fedeli con il tentativo di seperare i percorsi. Argomento delicato perché dove si è scelto di separare la liturgia si è sempre più persa e autogettizzzata.

Ti potrebbe interessare