L'Ordine di Malta conferma le dimissioni del Gran Maestro e il Papa conferma la sovranità

Le bandiere dello SMOM sul Palazzo Magistrale a Roma
Foto: SMOM
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Alle tre del pomeriggio il Palazzo Magistrale del Sovrano militare ordine di Malta ha ospitato il  Sovrano Consiglio, il governo del Sovrano Ordine di Malta. A via dei Condotti a Roma si è discusso l’ordine del giorno: la rinuncia all’Ufficio di Gran Maestro presentata da Fra’ Matthew Festing, secondo quanto previsto dall’articolo 16 della Costituzione dell’Ordine di Malta.

Come comunica lo SMOM “Il Sovrano Consiglio ha accettato la rinuncia all’incarico. Le dimissioni di Fra’ Matthew Festing, come prevede la Costituzione, sono state rese note al Papa e verranno comunicate ai capi dei 106 Stati con cui il Sovrano Ordine di Malta intrattiene relazioni diplomatiche. Secondo quanto previsto dall’articolo 17 della Costituzione, il Gran Commendatore, Fra’ Ludwig Hoffmann von Rumerstein, ha assunto la carica di Luogotenente Interinale e rimarrà a capo del Sovrano Ordine di Malta fino all’elezione del successore del Gran Maestro.

 Il Sovrano Consiglio ha ringraziato sentitamente Fra’ Matthew Festing per il grande servizio reso al Sovrano Ordine di Malta nel corso di questi ultimi nove anni.

Successivamente, il Sovrano Consiglio presieduto dal Luogotenente Interinale ha revocato i decreti con le procedure disciplinari e la sospensione dall’Ordine di Albrecht Boeselager, che riassume la carica di Gran Cancelliere con effetto immediato.

In una lettera inviata ieri a Fra’ Ludwig Hoffmann von Rumerstein e ai membri del Sovrano Consiglio, Papa Francesco ha ribadito la speciale relazione del Sovrano Ordine di Malta con la Sede Apostolica. Il Papa ha avvalorato che il Luogotenente Interinale assume la responsabilità di governo dell’Ordine, in particolare per tutto quello che riguarda i rapporti con gli Stati. Papa Francesco ha precisato che il suo Delegato Speciale avrà il compito di operare “per il rinnovamento spirituale dell’Ordine specificatamente dei suoi membri professi”.

Il Sovrano Ordine di Malta assicura la propria collaborazione al Delegato Speciale che verrà nominato dal Papa.

 Il Sovrano Ordine di Malta è estremamente grato a Papa Francesco e al Cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin per la sollecitudine e il sostegno dato all’Ordine. L’Ordine di Malta esprime il suo ringraziamento al Santo Padre perché le sue decisioni sono state tutte prese nel pieno rispetto dell’Ordine con l’obiettivo di rafforzare la sua sovranità.

 Il Luogotenente Interinale, insieme al Sovrano Consiglio, convocherà a breve il Consiglio Compìto di Stato, per l’elezione del successore del Gran Maestro, come previsto dall’articolo 23 della Costituzione”.

Difficile prevedere i prossimi sviluppi di una vicenda intricata che potrebbe mettere in difficoltà i tanti volontari che assistono milioni di poveri, rifugiati, malati e persone colpite da catastrofi naturali in tutto il mondo grazie alle garanzie internazionali della sovranità dell' Ordine. Sovranità che il Papa ha riconosciuto formalmente in una lettera inviata successivamente a quella inviata dal Segretario di Stato.

 

 

Ti potrebbe interessare