Milano: al Museo Diocesano c’è la “Via del Calvario” di Previati

La Via al Calvario
Foto: chiesadimilano.it
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Uno straordinario evento culturale a Milano: l'esposizione della "Via al Calvario" di Gaetano Previati donata al museo intitolato al Cardinal Martini e la versione proveniente da Tortona, insieme alla Via Crucis del maestro del divisionismo. Inoltre ci saranno iniziative appositamente ideate per scuole, oratori, parrocchie.

“La Via al Calvario” è stato definito un capolavoro di straordinaria intensità, di vibrante emozione, dipinto agli inizi del secolo scorso da uno dei maestri della pittura italiana fra Otto e Novecento, e che oggi viene presentato al pubblico nel contesto di una nuova, importante mostra nel complesso museale di Chiostri di Sant’Eustorgio a Milano.

La grande tela con la Via al Calvario, giunta al Museo Diocesano per lascito testamentario di Nella Bolchini Bompiani, viene eseguita tra il 1901 e il 1904, seconda versione di un modello oggi in collezione privata. Alcuni anni più tardi, attorno al 1912, Previati dipinge una terza opera con il medesimo soggetto e la stessa impostazione, attualmente di proprietà della Fondazione Cassa di risparmio di Tortona.

Esposta in mostre e rassegne in Italia e all’estero, più volte sul punto di essere inserita in basiliche e cattedrali, la Via Crucis di Previati viene infine donata a Paolo VI, il Papa del rinnovato dialogo con gli artisti, e da allora essa fa parte della Collezione di arte religiosa moderna del Vaticana, seppur collocata per lungo tempo nella sala del “Concistoro segreto”, e quindi non visibile al pubblico. Così che la sua presentazione oggi, al Museo Diocesano di Milano, anche accanto alle rare fotografie che la riproducono (quelle conservate nella parrocchiale di Dogliani, nel cuneese), assume il valore di un eccezionale evento culturale.

L’opera sarà esposta fino al 20 maggio 2018. Orari: da martedì a domenica, dalle 10 alle 18.

 

Ti potrebbe interessare