Papa Francesco: "Cogliamo l'oggi per dire no al male e sì a Dio"

Il Pontefice recita l'Angelus nella Solennità dell'Immacolata Concezione

Papa Francesco
Foto: Daniel Ibanez CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Dopo aver reso omaggio in prima mattinata all'Immacolata in Piazza di Spagna e aver celebrato la Messa a Santa Maria Maggiore il Papa si è affacciato come sempre dal Palazzo Apostolico per la recita dell'Angelus.

"L’odierna festa liturgica - ha esordito Francesco - celebra una delle meraviglie della storia della salvezza: l’Immacolata Concezione della Vergine Maria. Anche lei è stata salvata da Cristo, ma in un modo assolutamente straordinario, perché Dio ha voluto che fin dall’istante del concepimento la madre del suo Figlio non fosse toccata dalla miseria del peccato. E dunque Maria, per tutto il corso della sua vita terrena, è stata libera da qualunque macchia di peccato e ha goduto di una singolare azione dello Spirito Santo, per potersi mantenere sempre nella sua relazione perfetta con il figlio Gesù".

"Quello che per Maria è stato all’inizio - ha aggiunto il Papa - per noi sarà alla fine, dopo essere passati attraverso il bagno purificatore della grazia di Cristo. Anche i più innocenti hanno percorso questa strada. Sono passati attraverso la porta stretta che conduce alla vita".

"La grazia di Dio - ha ricordato ancora il Pontefice - è offerta a tutti; e molti che su questa terra sono ultimi, in cielo saranno primi. Non vale fare i furbi: rimandare continuamente un serio esame della propria vita, approfittando della pazienza del Signore. Gli uomini forse possiamo ingannarli, ma Dio no. Approfittiamo del momento presente, cogliamo l'oggi per dire no al male e sì a Dio".

Al termine della recita dell'Angelus il Papa ha salutato i soci dell'Associazione Cattolica Italiana - nel giorno del rinnovo delle tessere - affinchè diventino artigiani di fraternità.

"Oggi - ha concluso Francesco - non avrà luogo il tradizionale omaggio all'Immacolata in Piazza di Spagna per eviatre assembramenti, dobbiamo obbedire alle autorità civili. Ciò non ci impedisce di offrirLe preghiera e penitenza. Stamane comunque sono andato in forma privata in Piazza di Spagna e a Santa Maria Maggiore dove ho celebrato la Messa".

Ti potrebbe interessare