Papa Francesco: "E' urgente porre fine allo sfruttamento dei più poveri!"

Papa Francesco incontra i Membri dell’Associazione Pro Petri Sede convenuti a Roma in occasione del loro tradizionale pellegrinaggio.

Papa Francesco
Foto: Daniel Ibanez / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Come San Pietro, prendete il largo con coraggio e condividete il grande amore che Cristo ci ha rivelato". E' questo l'augurio di Papa Francesco ai Membri dell’Associazione Pro Petri Sede convenuti a Roma in occasione del loro tradizionale pellegrinaggio.

"Attraverso il vostro contributo caritativo alla vita della Chiesa, voi diventate il sale e la luce che danno a tante persone il gusto della vita", questo l'omaggio del Papa ai Membri dell'Associazione.

"Oggi ci troviamo di fronte a diverse sfide che riguardano la famiglia umana e la sua casa comune. Al centro delle nostre preoccupazioni, portiamo il grido di angoscia dei popoli che soffrono, in particolare, per le guerre, gli sfollamenti di persone, la povertà e il degrado dell’ecosistema. È urgente porre fine allo sfruttamento dei più poveri! È urgente che cessino le atrocità nei Paesi in preda alle guerre e ai conflitti che spingono tante persone sulla strada dell’esilio!", osserva Francesco.

"Vorrei insistere sulla cura della nostra casa comune, lanciando ancora una volta l’appello ad una conversione ecologica. La vostra testimonianza di vita cristiana, che si manifesta attraverso la generosità e l’attenzione agli altri, ci invita tutti oggi a combattere contro il clima generalizzato di individualismo, egoismo e indifferenza, che minacciano sia la pace tra gli uomini sia l’ambiente", conclude infine il Pontefice nel suo discorso.

Ti potrebbe interessare