Papa Francesco: ecco “tre atteggiamenti fondamentali per favorire il dialogo”

Papa Francesco , Udienza Generale
Foto: CNA Archivio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Voi attestate la possibilità di vivere un sano pluralismo, rispettoso delle differenze e dei valori di cui ciascuno è portatore”. Papa Francesco descrive cosi il lavoro del programma “Emouna – L’Amphi des religions”, proposto e iniziato dall’Istituto di studi politici di Parigi, con la partecipazione delle grandi religioni presenti in Francia, che “mira a rafforzare i legami di fraternità tra i membri di religioni differenti, approfondendo un lavoro di ricerca”. Il Papa ha ricevuto in udienza l’associazione oggi, presso la Sala dei Papi in Vaticano.

“Voi testimoniate anche, in uno spirito di apertura, la capacità delle religioni di prendere parte al dibattito pubblico in una società secolarizzata – continua il Papa - e inoltre manifestate, grazie ai legami fraterni stabiliti tra voi, che il dialogo tra i credenti delle diverse religioni è una condizione necessaria per contribuire alla pace nel mondo. Vi incoraggio dunque a perseverare nel vostro percorso, avendo cura di coniugare tre atteggiamenti fondamentali per favorire il dialogo: il dovere dell’identità, il coraggio dell’alterità e la sincerità delle intenzioni”.

Conclude il Papa il suo discorso: “Vi incoraggio a far crescere una cultura dell’incontro e del dialogo, a promuovere la pace e a difendere, con dolcezza e rispetto, la sacralità di ogni vita umana contro ogni forma di violenza fisica, sociale, educativa o psicologica”.

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare