Papa Francesco ha incontrato i responsabili della Comunità di Bose

Alla vigilia del suo viaggio in Iraq

Luigi Manicardi Priore di Bose
Foto: Chiesadimilano.it
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Alla vigilia della partenza per il viaggio apostolico in Iraq, il 4 marzo,  il Santo Padre Francesco ha ricevuto in udienza P. Amedeo Cencini, FdCC, Delegato Pontificio ad nutum Sanctae Sedis per la Comunità monastica di Bose, con il Priore della medesima, Fr. Luciano Manicardi". Lo si legge in un comunicato dalla Sala Stampa della Santa Sede diffuso nel pomerigggio di oggi.

"Sua Santità ha voluto così esprimere al Priore e alla Comunità la sua vicinanza e il suo sostegno, in questa travagliata fase della sua vita, confermando il suo apprezzamento per la stessa e per la sua peculiarità di essere formata da fratelli e sorelle provenienti da Chiese cristiane diverse. Papa Francesco, che fin dall’inizio ha seguito con particolare attenzione la vicenda, ha inoltre inteso confermare l’operato del Delegato Pontificio in questi mesi, ringraziandolo per aver agito in piena sintonia con la Santa Sede, nell’unico intento di alleviare le sofferenze sia dei singoli che della Comunità. Il Santo Padre ha infine manifestato la sua sollecitudine nell’accompagnare il cammino di conversione e di ripresa della Comunità secondo gli orientamenti e le modalità definite con chiarezza nel Decreto singolare del 13 maggio 2020, i cui contenuti il Papa ribadisce e dei quali chiede l’esecuzione".

Ti potrebbe interessare