Papa Francesco prega per i cristiani perseguitati

Angelus in Piazza San Pietro
Foto: CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

 

“Con dolore, con molto dolore, ho appreso degli attentati terroristici di oggi contro due chiese nella città Lahore in Pakistan, che hanno provocato numerosi morti e feriti. Sono chiese cristiane. I cristiani sono perseguitati.” Con queste parole Papa Francesco ancora una volta ha pregato per i cristiani perseguitati, e uccisi proprio perchè cristiani. Lo ha fatto dopo la preghiera dell’ Angelus domenicale in Piazza San Pietro: “I nostri fratelli versano il sangue soltanto perché sono cristiani. Mentre assicuro la mia preghiera per le vittime e per le loro famiglie, chiedo al Signore, imploro dal Signore, fonte di ogni bene, il dono della pace e della concordia per quel Paese. Che questa persecuzione contro i cristiani, che il mondo cerca di nascondere, finisca e ci sia la pace.”

Il pensiero del Papa è andato anche “alla popolazione di Vanuatu, nell’Oceano Pacifico, colpita da un forte ciclone. Prego per i defunti, per i feriti e i senza tetto. Ringrazio quanti si sono subito attivati per portare soccorsi e aiuti.”

Nella catechesi prima della preghiera il Papa, commentando le letture della domenica e sulla IV preghiera eucaristica, ha detto: “ecco l’espressione più semplice che riassume tutto il Vangelo, tutta la fede, tutta la teologia: Dio ci ama di amore gratuito e sconfinato.” E proseguendo ha spiegato che Dio “ È venuto con la sua misericordia. Come nella creazione, anche nelle tappe successive della storia della salvezza risalta la gratuità dell’amore di Dio”.

Commentando San Paolo il Papa ricorda che “la Croce di Cristo è la prova suprema della misericordia e dell’amore di Dio per noi”. Ed ha concluso: “Se nella creazione il Padre ci ha dato la prova del suo immenso amore donandoci la vita, nella passione e nella morte del suo Figlio ci ha dato la prova delle prove: è venuto a soffrire e morire per noi. Così grande è la misericordia di Dio: Egli ci ama, ci perdona; Dio perdona tutto e Dio perdona sempre.”

 

 

Ti potrebbe interessare